Covid, Luca Zaia sulla campagna vaccinale in Veneto: «Acquisteremo Sputnik V non appena sarà autorizzato»

Il presidente della Regione Veneto conferma che dopo l’ok delle agenzie regolatorie procederà autonomamente e senza aspettare il governo centrale nell’acquisto di dosi del vaccino russo

«Quando il vaccino Sputnik V sarà autorizzato lo acquisteremo. Oggi ho appreso che le Regioni possono farlo direttamente». Con un tono velatamente polemico Luca Zaia, il presidente della Regione Veneto, ha confermato l’intenzione di procedere – non appena arriverà l’ok da parte delle agenzie regolatorie – con l’acquisto del farmaco biologico di produzione russa contro il Coronavirus.


Il Veneto, dunque, potrebbe aprire un canale diretto d’acquisto con i russi, a prescindere da cosa farà lo Stato italiano: «Trovo corretto – ha aggiunto Zaia – che una Regione possa comperare i vaccini. Non capisco perché quando abbiamo informato chi di dovere sui nostri contatti con i produttori di Sputnik V ci hanno risposto che stavamo trattando con gente poco seria», ha commentato.

«Nessuna regione italiana può acquistare vaccini senza l’autorizzazione di Ema o Aifa», ha precisato Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna e della conferenza delle Regioni a Mezz’ora in più, su Rai3, rispondendo a una domanda a proposito dell’acquisto in autonomia del vaccino russo Sputnik. Nessuno può acquistarle, anche volendo” perché questo prevedono le regole. «Se poi cambieranno – ha aggiunto – ognuno di noi può darsi da fare».

Leggi anche: