Coronavirus, la commissione vaccini tedesca: «Richiamo non con AstraZeneca per under 60». Nuova sospensione nei Paesi Bassi

Lo stop arriva in via precauzionale dopo alcuni casi di effetti collaterali. La Germania consiglia di inoculare, per la seconda dose, un vaccino diverso dall’AstraZeneca per chi ha meno di 60 anni. Intanto la Francia chiude le scuole per tre settimane ma non ferma gli spostamenti tra regioni anche a Pasqua

OLANDA

. EPA/ROBIN VAN LONKHUIJSEN | Amsterdam, 1 aprile 2021

La sospensione in via precauzionale dopo alcuni casi di trombosi

Anche i Paesi Bassi sospendono temporaneamente la vaccinazione delle persone di età inferiore ai 60 anni con il vaccino anti-Covid AstraZeneca, ribattezzato Vaxzevria negli ultimi giorni. Si tratta di una misura adottata in via precauzionale dopo che sono stati registrati alcuni casi di effetti collaterali, con trombosi estesa in combinazione con un basso numero di piastrine in pazienti a cui era stato somministrato il vaccino della casa farmaceutica anglo-svedese. Gli effetti indesiderati si sono verificati da 7 a 10 giorni dopo la vaccinazione in donne di età compresa tra 25 e 65 anni. Una decisione simile era stata presa nei giorni scorsi anche in Germania, nonostante le nuove rassicurazioni da parte dell’Agenzia europea per i medicinali.


GERMANIA

EPA/JUNG YEON-JE | Il vaccino AstraZeneca

La bozza: no alla seconda dose con AstraZeneca per chi ha meno di 60 anni

La Commissione vaccinale permanente tedesca consiglia alle persone che hanno meno di 60 anni e che hanno ricevuto la prima dose del vaccino anti-Covid AstraZeneca di farsi inoculare, per la seconda dose, un vaccino diverso, con mRNA. Un “consiglio” messo nero su bianco su «una bozza di decisione» presentata ieri sera dall’autorità vaccinale tedesca. Di fatto, gli altri due vaccini che potrebbero essere utilizzati, al posto dell’AstraZeneca, sono Pfizer e Moderna.

«I dati sulla sperimentazione animale mostrano che la risposta immunitaria è uguale dopo la seconda vaccinazione», ha dichiarato il presidente della Stiko (la commissione vaccinale tedesca) Thomas Mertens a Spiegel. «Adesso bisogna chiarire con dati scientifici quanto sia valida la protezione per l’uomo. Spero che avremo presto dati disponibili», ha concluso. Lo scetticismo della Commissione era già emerso il 30 marzo quando era stato consigliato lo stop alla vaccinazione con AstraZeneca sotto i 60 anni di età.

USA

EPA/IAN LANGSDON | Confezioni del vaccino anti Covid prodotto da Moderna

AstraZeneca potrebbe non essere necessario negli Stati Uniti

Gli Stati Uniti potrebbero non aver bisogno del vaccino anti Covid prodotto da AstraZeneca. In attesa che la Fda si esprima sull’autorizzazione in emergenza del vaccino, l’infettivologo Anthony Fauci ha spiegato che gli Stati Uniti hanno già sufficienti contratti con le case farmaceutiche per vaccinare l’intera popolazione, anche nell’eventualità che siano necessari richiami in autunno. Fauci ha quindi detto che il ricorso ad AstraZeneca non è ancora escluso: «Ma la mia sensazione generale è che, visti i contratti che abbiamo con un certo numero di aziende, abbiamo abbastanza vaccini senza invocare AstraZeneca». A spingere ulteriormente la campagna di vaccinazione americana è poi arrivata la decisione della Fda che ha autorizzato Moderna a riempire di più le proprie fiale. La casa farmaceutica si è impegnata a fornire 200 milioni di dosi entro la fine di maggio, e 300 milioni entro la fine di luglio. Con il via libera dell’agenzia federale del farmaco Usa, Moderna potrà riempire le fiale del 50 per cento in più, passando da 10 a 15 dosi.

FRANCIA

EPA/IAN LANGSDON | Un passante cammina davanti alla Torre Eiffel a Parigi durante il lockdown

In Francia il lockdown chiude le scuole ma permette i viaggi per Pasqua

In vista del weekend pasquale (che la Francia si prepara a trascorrere di nuovo in lockdown), il premier Jean Castex ha spiegato all’Assemblea nazionale che tra le nuove misure restrittive è previsto anche il divieto di consumare alcolici nei parchi e in ogni luogo pubblico all’aperto. L’annuncio del nuovo lockdown da parte del presidente Emmanuel Macron è stato accolto in Francia da un misto di rassegnazione e rabbia, scrive l’agenzia Afp, anche per alcune misure apparse contraddittorie. Da un lato il governo francese dice di impegnarsi a scoraggiare gli assembramenti con oltre 6 persone e di chiudere la scuole fino a metà maggio, dall’altro non ha chiesto ai francesi di limitare le uscite da casa, autorizzando gli spostamenti tra le regioni anche durante il weekend festivo di Pasqua.

Foto in copertina: EPA/LISELOTTE SABROE

Leggi anche: