Coronavirus, ultime notizie – Ieri record di vaccini somministrati in Italia: quasi 350mila. Nel mondo superate le tre milioni di vittime

L’Italia spinge sul pedale dell’acceleratore: in 24 ore somministrate ben 347.279 dosi di vaccino. Intanto i contagi in tutto il mondo sono oltre 140 milioni

ITALIA

ANSA/ALESSANDRO DI MARCO | Vaccinazioni in Italia

Record di vaccini in 24 ore

Il governo spinge sul pedale dell’acceleratore. Ieri in Italia sono state somministrate 347.279 dosi di vaccino anti-Covid, secondo quanto riferisce il Commissariato all’emergenza (il dato ieri sera era di 244.138 dosi somministrate, oggi invece è stato aggiornato a 347.279). Si tratta di un vero e proprio record nel singolo giorno, certamente ancora lontano dalle 500mila somministrazioni in 24 ore promesse dal governo. In Italia, dunque, oltre 10 milioni di persone hanno ricevuto almeno una dose di vaccino. Di questi, più di 4,3 milioni con il richiamo. Il nostro Paese, però, è ancora dietro ai principali Paesi europei, secondo il sito Our World in Data: prima di noi Germania, Francia e Spagna. Giovedì la Germania ne ha somministrati addirittura oltre 738mila. I più “veloci” sono ancora Stati Uniti e Israele.


MONDO

ANSA/ETTORE FERRARI | Vaccini anti-Covid in tutto il mondo

18 milioni di attualmente positivi

Oltre tre milioni di vittime in tutto il mondo. A tanto è arrivato il bilancio dell’epidemia di Coronavirus secondo l’agenzia Afp. Una soglia superata quando in Italia erano circa le 10.30. In media ogni giorno si registrano 12mila decessi. Il dato era stato anticipato durante la notte da Worldometer, un portale web che si occupa di statistica. Secondo i dati fin qui raccolti, il numero totale dei pazienti attualmente positivi sarebbe 18.167.703.

BRASILE

EPA/SEBASTIAO MOREIRA | Proteste dei medici brasiliani a San Paolo

A San Paolo sono iniziati i doppi turni nei cimiteri

In un giorno 3.305 morti e 85.774 nuovi casi di Coronavirus su una popolazione di 211 milioni di abitanti. L’epidemia in Brasile continua ad avanzare e sembra difficile riuscire a porre un freno. Il sindaco di San Paolo, la città con più abitanti di tutto il Paese, ha deciso di modificare le disposizioni sui cimiteri. Per scavare le 600 tombe al giorno necessarie per seppellire i morti, gli addetti ai cimiteri comunali dovranno lavorare anche di notte.

Il governo del Paese, poi, ha chiesto a tutte le donne di rimandare ogni gravidanza. Almeno fino a quando l’epidemia non sarà passata del tutto. A dirlo Raphael Parente, funzionario del ministero della Salute: «Se è possibile, ritardate un po’ la gravidanza fino a un momento migliore. Stiamo vedendo che questa nuova variante del virus agisce in modo più aggressivo nelle donne in gravidanza».

CANADA

EPA/ANDRE PICHETTE | Polizia federale in Quebec, Canada

La provincia più popolosa del Canada si chiude per ridurre i contagi

Il governatore dell’Ontario, in Canada, Doug Ford ha spiegato che la provincia è in «affanno», ma se «insistiamo e restiamo con i nervi saldi, possiamo ribaltare la situazione. Siamo a terra, ma non sconfitti». La situazione dei contagi non accenna a migliorare, anzi solo ieri sono stati registrati 4.812 nuovi positivi al virus e 25 decessi, tutto in uno stato che conta 14 milioni di abitanti. Per questo Ford ha deciso di estendere il lockdown fino al 19 maggio e ha chiesto a tutti gli abitanti di uscire di casa solo per motivi assolutamente necessari. La multa per i trasgressori è di 750 dollari canadesi, esattamente 500 euro. Chiusi anche i confini con Quebec e Manitoba.

Foto in copertina: ANSA/CESARE ABBATE

Leggi anche: