Igor il russo condannato all’ergastolo per i 3 omicidi commessi in Spagna nel 2017

Feher aveva ucciso un allevatore e due agenti. Il killer sta già scontando la massima pena per altri due omicidi commessi in Italia lo stesso mese

Massima pena per Norbert Feher, conosciuto alle cronache come Igor il Russo. Il Tribunale di Teruel ha deciso per l’ergastolo dopo la sentenza di colpevolezza arrivata lo scorso 22 aprile dalla giuria popolare, che lo ha riconosciuto responsabile di tre omicidi commessi a dicembre 2017 in Aragona: quello dell’allevatore José Luis Iranzo, di 40 anni, e degli agenti della Guardia Civil Víctor Romero, di 30 anni, e Víctor Jesús Caballero, di 38 anni. La pena non potrà essere sospesa prima che il condannato abbia scontato 30 anni di carcere.


La notte del 14 dicembre 2017, Feher – che si era introdotto nella fattoria di Iranzo per una rapina – ha sparato due colpi contro l’allevatore che si era accorto della sua presenza. Pochi minuti dopo ha aperto il fuoco con due pistole anche contro gli agenti accorsi sul posto. Condannato anche a cinque anni di reclusione per rapina, Feher dovrà risarcire le famiglie delle vittime con oltre 3 milioni di euro.


Gli omicidi in Italia

Igor il russo sta già scontando l’ergastolo per altri due omicidi commessi in Italia. Nell’aprile dello stesso anno, Feher uccise il proprietario di un bar vicino a Bologna, Davide Fabbri, dove tentò di rubare il ricavato. Durante la sua fuga sparò anche a due agenti della polizia provinciale, ferendone a morte uno, Valerio Verri.

Immagine di copertina: EPA/Antonio Garcia

Leggi anche: