Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Coronavirus, 110 vittime e 48 ingressi in terapia intensiva nelle ultime 24 ore. Stabile il tasso di positività: +2,3%

I nuovi casi registrati sono 2.490 a fronte di 107.481 test elaborati. Diminuisce la pressione ospedaliera. Stabili anche i nuovi ingressi nelle terapie intensive

Il bollettino del 24 maggio

Secondo i dati di oggi, 24 maggio, del bollettino del Ministero della Salute e dalla Protezione Civile, nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 2.490 nuovi casi di  positività al Coronavirus e 110 decessi. Il numero di nuovi positivi è in flessione rispetto a ieri, quando si sono registrati 3.995 nuovi casi. In aumento i decessi, rispetto alle 72 vittime segnalate ieri. Su base nazionale il numero degli attualmente positivi si attesta a 276.439 persone. Un numero in decrescita rispetto a ieri, quando erano 281.092. Da inizio emergenza, il numero dei casi totali registrati in Italia raggiunge quota 4.194.672, mentre i morti per Covid sono complessivamente 125.335. 


La situazione negli ospedali italiani

A livello nazionale 8.950 sono i pazienti attualmente ospedalizzati per Covid in area non critica, mentre ieri erano 9.161. Sul fronte delle terapie intensive, a fronte di +48 nuovi ingressi giornalieri (ieri 48), il numero di pazienti ricoverati in condizioni gravi è di 1.382 unità (ieri 1.410). I positivi che si trovano invece attualmente in isolamento domiciliare sono invece 266.107 (ieri 270.521) . Il numero di persone guarite e dimesse nelle ultime 24 ore cresce di +7.032 unità, per un totale di 3.792.898 dimessi e guariti sin dall’inizio emergenza. 


Tamponi e tasso di positività

I dati odierni arrivano a fronte di +107.481 test elaborati. Un numero in ribasso rispetto a ieri quando erano stati 179.391. Il tasso di positività passa dunque dal 2,2% di ieri al 2,3% odierno. 

Ieri e oggi

Indice di gravità

Ultimi 10 giorni

I positivi al Covid-19 regione per regione

Ecco i dati sulle persone attualmente positive al Coronavirus regione per regione:

Grafiche a cura di Vincenzo Monaco

Continua a leggere su Open

Leggi anche: