Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Vaccini per tutte le età, Figliuolo brucia le tappe: via libera alle prenotazioni dal 3 giugno per 2,3 milioni di giovani

Il responsabile per l’emergenza Coronavirus in Italia ha ribadito che le vaccinazioni per gli adolescenti erano già state inserite nel piano redatto lo scorso marzo. E lancia un monito alle Regioni: «Evitare rincorse chiedendo ancora più dosi»

È stata anticipata al 3 giugno la data di apertura delle prenotazioni per le vaccinazioni anti-Covid per tutta la popolazione di età superiore ai 16 anni. Cessa d’esistere quindi lo scaglionamento delle prenotazioni suddiviso per classi d’età. Inizialmente prevista per il 10 giugno, la decisione della struttura commissariale guidata dal responsabile per l’emergenza Coronavirus in Italia, il Generale Francesco Paolo Figliuolo, verrà formalizzata con una circolare, il cui arrivo è previsto a breve. Si tratta di una tappa già inserita dal piano redatto lo scorso marzo, come ha spiegato il commissario all’emergenza Covid: «Il piano include anche la classe degli adolescenti, quelli che vanno dai 12 ai 15 anni, per un totale di circa 2,3 milioni di giovani».


Figliuolo alle Regioni: «Evitare rincorse chiedendo ancora più dosi»

«Dal 3 giugno – ha proseguito – partirà una lettera alle Regioni e Province autonome con cui si darà la possibilità di aprire le vaccinazioni a tutte le classi seguendo il Piano, utilizzando tutti i punti di somministrazione possibili, anche quelle aziendali». Ma Figliuolo mette le mani avanti e lancia subito un chiaro messaggio alle regioni che hanno fatto richiesta (e richiederanno in futuro) più dosi di preparati di vaccinoprofilassi: «Le dosi a disposizione saranno 20 milioni e quindi bisogna evitare le rincorse a volerne di più». E aggiunge: «Grazie al nostro presidente Draghi e all’azione che fa la struttura siamo riusciti ad avere questo». «Questo non è tantissimo – conclude -, ma se pensiamo a due, tre mesi fa credo che nemmeno nelle previsioni più rosee avremmo mai pensato di arrivare a questo risultato».


Attesa per il verdetto dell’Ema sui vaccini per i più giovani

Sempre per la giornata di oggi, 28 maggio, è atteso il verdetto dell’Ema sulle vaccinazioni per gli adolescenti. Con tutte le probabilità l’Agenzia europea per i medicinali darà il proprio nulla osta. E questo via libera è pronto a essere recepito dall’Agenzia italiana del Farmaco (Aifa) già entro lunedì 31 maggio, a detta del presidente Giorgio Palù. Il presidente di Aifa ha infatti già puntualizzato che per le fasce più giovani della popolazione «sono raccomandati i vaccini a mRna (Pfizer o Moderna)».

Leggi anche: