Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Due italiani su 10 sono No vax: il livello più alto tra chi vota Lega e Fratelli d’Italia – Il sondaggio

I risultati del sondaggio di Demos & Pi, che mette in relazione opinione sul vaccino e colore politico degli intervistati

Sullo sfondo di una campagna vaccinale che prosegue a ritmo sostenuto, il fronte No vax continua a raccogliere consensi importanti. I dati arrivano dal recente sondaggio di Demos & Pi illustrato da la Repubblica, che fornisce il quadro aggiornato sulle opinioni degli italiani in merito alla situazione Covid nel Paese. Ad oggi, circa il 40% della popolazione afferma di essersi vaccinato, senza distinzione di vaccino e di dose. Dati coerenti con il monitoraggio fornito dall’Istituto Superiore di Sanità. Si attestano invece al 48% gli italiani che aspettano la possibilità di fare il vaccino, crescita rilevante rispetto a due mesi fa. Il vero elemento di continuità, nel corso degli ultimi 6 mesi, è costituito da coloro che non intendono vaccinarsi: 2 italiani su 10 in Italia appartengono alla categoria No vax. Secondo il sondaggio, tra coloro che sono contrari all’obbligo il 40% non vuole vaccinarsi.


No vax e colore politico

Il sondaggio realizzato da Demos & Pi, poi mette in relazione l’opinione sul vaccino al colore politico degli intervistati. «Coloro che non intendono vaccinarsi per scelta personale raggiungono il livello più elevato fra gli elettori della Lega (22%) e dei FdI (16%). Un orientamento simile si osserva fra coloro che sono contrari al vaccino per principio» si legge nel rapporto. «All’opposto, un maggior grado di resistenza al vaccino come “terapia preventiva” e come comportamento “regolato per legge” viene espresso dagli elettori del Pd» continua il report. E ancora «La base del M5S mostra un atteggiamento più incerto, sicuramente reticente».


Per il 23% la pandemia durerà ancora molti anni

Rispetto a qualche mese fa sembrerebbe invece essere scesa la percezione di paura nei confronti del virus. Quello che ora prevale è il senso di precarietà e incertezza per un tunnel di cui non si conosce la fine precisa. Oltre 3 italiani su 4 si dicono convinti che la pandemia durerà ancora a lungo, più della metà della popolazione è convinta che si proseguirà per almeno un altro anno. Il 23% per molti anni ancora.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: