Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il Garante della Privacy ha deciso: l’Associazione Rousseau dovrà consegnare i dati al M5s entro 5 giorni

La lunga lotta per i dati della piattaforma di voto del M5s ottiene la prima risposta del Garante che dà ragione ai parlamentari grillini

Lo scontro tra i parlamentari del Movimento 5 Stelle e l’Associazione Rousseau riguardava i dati degli iscritti alla piattaforma di voto. Il 13 maggio scorso Vito Crimi aveva diffidato Davide Casaleggio, sostenendo che Rousseau teneva «sotto sequestro» i dati, ma quest’ultimo non voleva lasciare in alcun modo la presa. Oggi, 1 giugno 2021, il Garante della Privacy si è espresso a favore del Movimento e obbliga l’Associazione a consegnare i dati entro 5 giorni:


Il Garante per la protezione dei dati personali ha ordinato all’Associazione Rousseau di consegnare al Movimento 5 Stelle tutti i dati personali degli iscritti al Movimento.


Il provvedimento è stato adottato d’urgenza all’esito dell’istruttoria avviata dal Garante dopo la segnalazione presentata dal Movimento 5 Stelle.

Dalla documentazione acquisita dall’Autorità, il Movimento 5S e l’Associazione Rousseau risultano essere, rispettivamente, titolare e responsabile del trattamento dei dati degli iscritti al Movimento.

In base alla normativa sulla privacy, il responsabile, “su scelta del titolare del trattamento dei dati”, è tenuto a cancellare o restituire tutti i dati personali, “dopo che è terminata la prestazione dei servizi richiesti relativi al trattamento”. Questa disposizione, precisa il Garante, deve essere applicata in tutti i casi che regolano il rapporto titolare-responsabile.

In quanto titolare del trattamento il Movimento ha quindi diritto, sottolinea il Garante, di disporre dei dati degli iscritti e di poterli utilizzare per i suoi fini istituzionali.

L’Associazione Rousseau dovrà quindi consegnare Movimento5S, entro 5 giorni, i dati degli iscritti di cui l’Associazione risulti responsabile. Potrà invece continuare ad utilizzare i dati di quegli iscritti rispetto ai quali sia anche titolare del trattamento.

Ottenendo i dati della piattaforma Rousseau, il Movimento 5 Stelle potrebbe sviluppare la sua nuova piattaforma di voto indipendente da Davide Casaleggio con lo stesso elenco degli iscritti già attivi e che sostengono da anni i parlamentari grillini. Il Garante non vieta l’utilizzo degli elenchi all’Associazione Rousseau, ma vista la complessità della vicenda non è detto che si concluda e che i dati vengano veramente consegnati.

Leggi anche: