Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Marijuana gratis per chi si vaccina contro la Covid-19: lo Stato di Washington lancia la campagna ‘Joints for Jabs’

Al momento, il 58% degli abitanti ha ricevuto almeno una dose. Ecco l’ultima trovata per spingere la campagna vaccinale

Da quando il ritmo delle vaccinazioni anti Covid negli Usa ha iniziato a rallentare drasticamente a metà aprile, gli Stati stanno tentando di tutto per invogliare la popolazione a prendere parte alla campagna. L’ultima idea è dello Stato di Washington che consentirà a tutti gli adulti non ancora vaccinati di richiedere una canna di marijuana gratis in cambio di un sì al vaccino. La strategia di sensibilizzazione è stata annunciata dal Consiglio di Stato per i liquori e la cannabis sotto il nome di Joints for Jabs: il via libera è stato autorizzato in forma immediata e varrà fino al 12 luglio. «Sarà consentito ai rivenditori di marijuana di fornire ai clienti di età pari o superiore a 21 anni uno spinello pre-rollato nei loro negozi quando hanno ricevuto la prima o la seconda dose in una clinica attiva per i vaccini», hanno spiegato dallo Stato di Washington. La speranza è che da qui al 12 di luglio si possa dare un forte impulso alla campagna vaccinale: nello Stato di Washington il 58% delle persone ha ricevuto almeno una dose e il 49% è completamente vaccinato. Ma è necessario fare di più. Sempre in quest’ottica, l’ente per i liquori e la cannabis di Washington aveva recentemente concesso una birra o un cocktail gratis a tutti i residenti che esibissero la prova della vaccinazione.


Birre gratis e lotterie, le idee degli Stati per gli scettici

Washington non è l’unico stato a cercare di incentivare le vaccinazioni con la marijuana. In Arizona è stata recentemente annunciata una campagna simile. E ancora lo Stato di New Jersey ha scelto di puntare sulla birra gratis, mentre New York e Ohio incoraggiano la popolazione con tanto di lotterie per vincere borse di studio universitarie. La Casa Bianca dal canto suo continua a chiedere agli Stati di essere creativi nelle modalità di sensibilizzazione anche mettendo a disposizione fondi di soccorso federali finalizzati al pagamento di tutti i tipi di programmi e campagne diffusi nel Paese.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: