Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il trionfo delle skater ragazzine a Tokyo: oro e argento a due 13enni, bronzo a una 16enne

42 anni in tutto, il giovanissimo podio della neonata disciplina olimpica ha visto protagoniste due giapponesi e una brasiliana

Il podio olimpico dello Skateboard è giovanissimo. La gara femminile conclusasi nella mattinata italiana è finita con una medaglia d’oro alla tredicenne giapponese Momiji Nishiya, una d’argento alla coetanea brasiliana Rayssa Leal, detta ‘a Fadinha’, e una di bronzo alla sedicenne giapponese Funa Nakayama. Si tratta del podio complessivo più giovane di sempre alle Olimpiadi, di 42 anni in totale. Nishiya, originaria di Osaka, va sullo skate da quando aveva 7 anni. Leal è già una celebrità in patria, con vasto seguito sui social e ineluttabile circuito di sponsor, e ha dichiarato di dedicare il successo «a tutte le coetanee del Brasile». Le grandi deluse di oggi sono le brasiliane Pamela Rosa, n.1 del ranking, e Leticia Bufoni, che sognavano il podio ma che invece non sono riuscite ad arrivare in finale. La gara consiste in un percorso rettilineo nel quale superare muretti, pareti e panchine, con i giudici che valutano le evoluzioni, la loro originalità e la velocità di esecuzione.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: