Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Terremoto ad Haiti, si aggrava il bilancio: oltre 1.297 morti, migliaia di feriti e centinaia di dispersi – Il video

All’indomani della scossa di magnitudo 7.2 che ha colpito le aree meridionali e occidentali del Paese si continua a scavare alla ricerca di superstiti

Il bilancio provvisorio del terremoto di magnitudo 7.2 che ha colpito Haiti ieri, in particolare le aree meridionali e occidentali del Paese, continua ad aggravarsi di ora in ora. Secondo gli ultimi dati forniti dalla Protezione civile haitiana il bilancio è di 1.297 morti e di oltre 5.700 feriti. Numeri che sono destinati ad aumentare a mano a mano che procedono le operazioni di soccorso. Dopo i primi interventi e rilevazioni, la zona sud-ovest del Paese, in particolare nei pressi della città di Les Cayes, risulta aver subito i maggiori danni. E a complicare le operazioni di soccorso è previsto l’arrivo sul Paese della tempesta tropicale Grace tra lunedì 16 e martedì 17 agosto.


Gli aiuti dall’estero

Il primo ministro Ariel Henry ha dichiarato lo stato di emergenza e ha annunciato che mobiliterà «tutte le risorse a disposizione del governo per aiutare la popolazione». Al contempo, il presidente statunitense Joe Biden ha dato il via libera alle operazioni di soccorso, nominando l’amministratrice dell’agenzia Usaid, Samantha Power, come alto dirigente americano incaricato «per coordinare questo sforzo». La vicina Repubblica Dominicana si è resa disponibile per inviare cibo e attrezzature mediche, mentre Cuba ha già inviato i primi medici nelle zone colpite dal sisma. Il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, ha affermato che le Nazioni Unite sono al lavoro per sostenere «le operazioni di salvataggio e soccorso».


Video: Twitter / @UNICEF_Italia

Continua a leggere su Open

Leggi anche: