Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

I numeri in chiaro, Maga: «Draghi ha ragione su terza dose e Green pass. L’obbligo vaccinale può diventare necessario» – Il video

Il direttore dell’Istituto di Genetica molecolare ha ripreso l’ultimo discorso del presidente del Consiglio Mario Draghi, un discorso che sta facendo discutere gli alleati del governo

Diciassette regioni a rischio moderato. Solo la settimana scorsa erano 10. Leggendo i dati pubblicati nel consueto monitoraggio dell’Iss, la diffusione dell’epidemia da Coronavirus nel nostro Paese sembra stabile. Secondo Giovanni Maga, direttore dell’Istituto di Genetica molecolare al Cnr di Pavia, non dovrebbe quindi ripetersi un altro effetto autunno, come lo scorso anno. Ecco cosa ha detto nella nostra rubrica Numeri in Chiaro: «C’è una differenza fondamentale rispetto all’autunno scorso. Non dovremmo vedere quell’esplosione di casi che abbiamo vissuto a fine 2020: la presenza di una quota di popolazione vaccinata è sempre maggiore. Abbiamo un paio di regioni in bilico ma ancora sono classificate con il colore bianco. Abbiamo visto un Rt che sta scendendo: è arrivato sotto il valore critico di 1. I numeri dell’occupazione in aerea medica sono gestibili nella maggioranza delle regioni. Da qualche giorno vediamo numeri ridotti di nuovi ingressi in terapia intensiva. La situazione è stabile. Riusciamo a controllare la diffusione del virus grazie all’immunità della popolazione».


Durante la prima conferenza stampa dopo l’estate, il presidente del Consiglio Mario Draghi ha chiarito che ci sono due direzioni chiare verso cui andare: l’obbligo vaccinale e la somministrazione della terza dose. Parole che hanno gettato subito ombre sulla maggioranza, a partire da Matteo Salvini. La posizione del leader della Lega infatti è attualmente contro l’obbligo vaccinale. Secondo Maga le strade indicate dal premier invece sono fondamentali per uscire dalla pandemia: «Draghi ha detto delle cose molto significative. Cose che danno un quadro rispetto alle necessità per affrontare la pandemia – sono le parole dello scienziato -. L’obbligo vaccinale è necessario quando si arriva a una quota di persone che non si vogliono vaccinare, anche se possono farlo. Io sono d’accordo sia per l’obbligo vaccinale che per la terza dose. Il Green pass – ha concluso – deve essere un incentivo alla vaccinazione, non l’ho mai considerata un’imposizione. É una misura di tutela della salute del cittadino».


Leggi anche: