Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Coronavirus, questo video non dimostra che i vaccini contengono metalli o magneti

La teoria del complotto sul vaccino Pfizer viene rilanciata con nuovi video, ma anche questi non la confermano

Riceviamo una email dove ci viene fatta richiesta di aggiornare l’articolo sul fantomatico vaccino “magnetico” Pfizer a seguito di un video che “smentirebbe” il capitolo intitolato «L’effetto “tenda”». Le immagini mostrano un magnete che attrae qualcosa situato sottopelle proprio nell’area di una presunta somministrazione del vaccino anti Covid-19, ma anche in questo caso non viene dimostrata la teoria di complotto diffusa dal mondo No Vax.

Per chi ha fretta

  • I vaccini anti Covid-19 non sono composti da elementi metallici (o magnetici).
  • I vaccini anti Covid-19 non possono contenere sufficiente materiale metallico (o magnetico) per ottenere risultati come quello dell’effetto “tenda”.
  • I video che mostrano la presenza di materiale metallico (o magnetico) riprendono persone che operano nel campo dell’edilizia, luoghi dove è possibile entrare in contatto con schegge metalliche (e non solo).

Analisi

Il video, in lingua tedesca e particolarmente diffuso da utenti croati, è stato contrassegnato come teoria del complotto dai colleghi di Raskrinkavanje.ba e viene citato in un articolo riguardante i componenti del vaccino prodotto da Pfizer, dove risultano mancanti elementi metallici e capaci di reagire attraverso un magnete.

Nel video non viene rilevata l’identità della persona ripresa, inoltre non ci è dato sapere se sia stato sottoposto alla vaccinazione. L’origine del video, al momento, risulta ignota. Si comprende che il luogo delle riprese è un cantiere edile, luogo dove è possibile entrare in contatto in maniera incidentale con elementi metallici.

L’effetto “tenda” riscontrato nel braccio di un operaio.

In un altro video, condiviso dallo stesso utente, viene ripreso un altro operaio mentre viene sottoposto a una rimozione “fai da te” (pericolosa e sconsigliata) di un elemento metallico, attratto da un magnete, presente all’interno del braccio sinistro. Verso la fine delle riprese viene mostrato l’elemento metallico, simile a una scheggia di forma cilindrica.

Il cantiere edile ripreso nel video.

Un esempio di intrusione accidentale è quello del case report illustrato dal Dott. Robert Brodell, citato nel nostro precedente articolo, dove è stata identificata la scheggia di un chiodo all’interno del braccio di un uomo. Come riportato nel documento, risulta difficile identificare questi corpi estranei e a volte risulta necessaria un’ecografia o strumenti adatti per rilevare eventuali parti metalliche (e non solo) nel corpo.

L’oggetto metallico, probabilmente una scheggia, estratto dal braccio di un uomo.

Nel nostro precedente articolo citavamo un ulteriore intervento del Dott. Robert Brodell dove, interpellato dal canale televisivo americano KHOU perché fornisse qualche spiegazione sul caso dei video diffusi online, spiegava come risulti impossibile che il vaccino anti Covid-19 possa contenere abbastanza materiale magnetico per far aderire un magnete alla pelle umana.

Conclusione

Come avevamo evidenziato nel precedente articolo, i vaccini anti Covid-19 non contengono materiale magnetico e non possono contenere quanto serve per far aderire un magnete o una monetina. Gli esempi riportati a sostegno della tesi riguardano operatori nel settore edile o persone che, a causa del loro lavoro, possono entrare in contatto incidentale con schegge ed elementi metallici.

Open.online is working with the CoronaVirusFacts/DatosCoronaVirus Alliance, a coalition of more than 100 fact-checkers who are fighting misinformation related to the COVID-19 pandemic. Learn more about the alliance here (in English).

Continua a leggere su Open

Leggi anche: