Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Gli Emmy tornano bianchi. Nessun afroamericano tra i vincitori delle migliori serie tv

«Inaccettabile!», scrivono su Twitter. Il messaggio più quotato è l’hashtag #EmmySoWhite

#EmmySoWhite è l’hashtag che va per la maggiore tra i tweet che hanno accompagnato la cerimonia degli Emmy Awards, il riconoscimento statunitense più prestigioso per quanto riguarda le serie tv. La manifestazione è sotto tiro dopo che nessun attore afroamericano è stato premiato. Se fino allo scorso anno la strada era lastricata di buone intenzioni – complici anche i fatti di cronaca, come la nascita del movimento Black Lives Matter – quest’anno le cose sono cambiate, riconsegnando la manifestazione al total white. E nonostante un numero record di candidati, tutti i principali trofei sono andati ad attori bianchi. Delusi dalla mancanza di inclusività e diversità, molti utenti hanno richiamato l’attenzione sulle scelte adottate dall’Academy of Television Arts and Sciences. Il regista Dr Michael Alexander Cross ha scritto su Twitter: «Assolutamente inaccettabile! Siamo ancora #EmmySoWhite nel 2021».


Un utente afroamericano ha sfogato l’amarezza, scrivendo: «Vogliono tutto ciò che abbiamo, ma si rifiutano di darci credito. Prendere la nostra musica, i balli, i vestiti, le acconciature, il nostro cibo, i nostri quartieri, e le nostre vite. Mettono tutto in un film e non ci danno quanto ci è dovuto». Alcuni hanno lanciato un appello per «smettere di guardare» le premiazioni in ambito cinematografico, fino a che non ci sarà un ritorno a una maggiore inclusività. Una persona ha scritto: «Anno dopo anno, la premiazione inizia e poi finisce, e ti rimane la rabbia. Penso che sia ora di smettere di guardare questi spettacoli».


La cerimonia ha incoronato The Crown come miglior serie televisiva, e quindi Netflix, che si è aggiudicata per la prima volta la statuetta per la miglior serie drammatica. A Ted Lasso l’altra vittoria: la serie con Jason Sudeikis sul coach di football americano ha battuto Hacks con Jean Smart, vincitrice a sua volta nella categoria della miglior attrice comica con la parte di una comedian a Las Vegas.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: