Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Cerignola, il candidato consigliere si scusa per il videoappello ai mafiosi: «Solo sarcasmo»

«Cari mafiosi, ladri, criminali, estorsori, voi continuate a fare liberamente il vostro mestiere. Noi politici facciamo il nostro. Da pari a pari», diceva nel video che tanto sta facendo discutere

«Nei giorni scorsi ho pubblicato un video, che sta facendo discutere in queste ore. Il video era ovviamente sarcastico e la mia intenzione era quella di sollevare con veemenza il problema della criminalità e delle infiltrazioni mafiose negli enti locali, con particolare riferimento alla provincia di Foggia, dove il fenomeno è sicuramente preoccupante». Così si difende Michele Romano, medico di Cerignola e candidato consigliere alle elezioni comunali per Con, partito nella coalizione del candidato sindaco di centrosinistra Francesco Bonito, per il video delle scorse ore che tanto sta facendo discutere. Un appello – che oggi il diretto interessato definisce «sarcastico» – in cui diceva: «Cari mafiosi, ladri, criminali, estorsori, voi continuate a fare liberamente il vostro mestiere. Noi politici facciamo il nostro. Da pari a pari. Con affetto e riconoscenza».


«Nel video sarcasticamente mi rivolgo ai criminali, chiamandoli imprenditori di attività illecite, mi rivolgo a loro dicendo “da pari a pari”, chiedendo loro di lasciar stare la politica», spiega oggi Romano con un lungo post su Facebbok dopo aver rimosso il video e chiesto di fare lo stesso a chi lo ha pubblicato. «È evidente che col video faccio sarcasmo e d’altra parte non potrebbe essere diversamente, in considerazione delle mie nette prese di posizione nei confronti dei fenomeni criminali. Pur tuttavia il video è stato ripreso e pubblicato e io accusato di chissà quali nefandezze. Non so se chi ha ripreso e commentato il video lo ha fatto in buona fede o strumentalmente, ma di certo c’è che non era mia intenzione lodare la criminalità e men che meno rivolgermi a loro “da pari a pari”. Sarcasmo era e sarcasmo rimane».


In evidenza Facebook/Michele Romano

Continua a leggere su Open

Leggi anche: