Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Sfuma la qualificazione diretta dell’Italia ai Mondiali del 2022: 0 a 0 con l’Irlanda del Nord. Si va ai playoff

La Svizzera, grazie alla vittoria per 4 a 0 contro la Bulgaria, supera gli Azzurri in cima al girone C e si qualifica direttamente ai prossimi mondiali

Niente da fare, sfuma la qualificazione diretta degli Azzurri ai Mondiali in Qatar. Si andrà ai playoff. I campioni d’Europa guidati dal ct Roberto Mancini dopo il pareggio dello scorso venerdì contro la Svizzera, nell’ultima partita di qualificazione del girone C contro l’Irlanda del Nord al Windsor Park di Belstaf pareggiano ancora: 0 a 0. Ma a determinare la mancata qualificazione della nazionale è stata la vittoria della Svizzera che ha battuto Bulgaria 4 a 0, finendo così in cima alla classifica del girone C di qualificazione, superando l’Italia e guadagnandosi l’accesso diretto ai prossimi Mondiali in Qatar del 2022. Subito dopo il match, mister Mancini ha però voluto rassicurare i tifosi: «Ai Mondiali andremo a marzo e, magari, li vinceremo anche. Dobbiamo solo ritrovare quello che ci ha contraddistinto fino a oggi: se uno pensa che abbiamo sbagliato due rigori nelle sfide decisive vuol dire che il gruppo era stato tenuto in controllo, ma se le occasioni non le sfrutti è chiaro che puoi andare incontro a difficoltà». Insomma, non si getta la spugna. Mancini chiede ai suoi «massima concentrazione fino a marzo e il pronto recupero delle forze: ci prepareremo bene e andremo ai Mondiali da lì. Questo – prosegue – è un momento così, facciamo fatica a far gol nonostante abbiamo il gioco in mano».


Cosa succede ora agli Azzurri?

L’Italia dovrà affrontare i playoff, i cui sorteggi avranno luogo il prossimo 26 novembre a Zurigo. Saranno infatti 13 le nazionali europee che potranno gareggiare in Qatar. Dieci di queste sono le vincitrici della fase a gironi di qualificazione. Restano però tre posti. A contenderseli saranno 12 nazionali. Dieci (Italia, Austria, Galles, Macedonia, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Russia, Svezia, Scozia) sono quelle arrivate seconde nelle fasi a gironi, a cui si aggiungono le due nazionali con il miglior posizionamento secondo il ranking della Nations League. Le dodici squadre verranno poi suddivise in 3 tornei a quattro squadre: chi vincerà i match a gara secca tra il 24 e 25 marzo e il 28 e 29 marzo 2022 nei tre mini-tornei dei playoff volerà in Qatar. Insomma, per i Campioni d’Europa non è ancora esclusa la partecipazione ai prossimi mondiali, anche se sugli Azzurri sembra aleggiare sempre più la tensione legata allo spettro della mancata qualificazione a Russia 2018. Certo, la nazionale, da allora, è radicalmente cambiata. Al ct Mancini il compito, in questi mesi, di motivare i suoi e di riportarli agli splendori che li ha portati a conquistare l’ultimo Europeo. 


Immagine in copertina: EPA/MARK MARLOW

Continua a leggere su Open

Leggi anche: