Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Fedez avanti con la finta campagna elettorale: così sforna il primo manifesto per «cambiare l’Italia»

«Fino all’uscita del disco farò una campagna elettorale finta, ma d’altronde quale campagna elettorale non è finta?», chiede il rapper milanese nelle stories su Instagram

Come ogni campagna elettorale che si rispetti, quella di Fedez ha anche i suoi manifesti elettorali. La trovata del rapper per promuovere il suo ultimo album Disumano prevede infatti anche una serie di poster in stile politico-elettorale fino al 26 novembre – giorno d’uscita del disco – con il primo che è già tutto un programma. Nelle stories su Instagram, Fedez ha infatti spiegato che «da qui fino all’uscita del disco farò una campagna elettorale finta, ma d’altronde quale campagna elettorale non è finta? Ho preparato una serie di cartelloni elettorali che verrete in giro per l’Italia, tra i più grotteschi, di cattivo gusto, squallidi e disumani di questo Paese ma non così lontani dalla realtà. Divertiamoci!». E così, nel primo manifesto Fedez viene ritratto con la camicia bianca mentre tiene sollevato in aria un bambino con il pannolino tricolore che però lo ha imbrattato tutto. In cima al manifesto lo slogan «Cambiamo l’Italia», già anticipato nel video con la parodia del rapper del discorso con cui Silvio Berlusconi annunciò nel 1994 la sua discesa in campo nella politica italiana. 


Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da FEDEZ (@fedez)


Foto in copertina: Instagram / Fedez

Leggi anche: