Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Khaby Lame: «La mia lingua è quella che parlano tutti: sono orgoglioso di portare sorrisi» – Il video

Il TikToker italiano più famoso al mondo si è aggiudicato l’Oscar dell’innovazione, il premio Angi, grazie alle sue capacità di intrattenimento sui social

Con oltre 120 milioni di follower su TikTok e altri 60 milioni su Instagram, Khaby Lame è stata la rivelazione del 2021. Il suo modo innovativo di creare intrattenimento sui social, usando un tipo di comunicazione semplice e comprensibile a chiunque piace proprio a tutti. Anche all’Associazione Nazionale Giovani Innovatori (Angi), che quest’anno l’ha inserito nella lista dei vincitori del premio Angi, gli Oscar dell’innovazione, consegnati in una cerimonia all’Ara Pacis di Roma. Il 21enne di Chivasso, di origini senegalesi, è comparso in video durante l’evento e ha raccontato la sua storia. «Nella mia vita ho fatto il muratore, il lavavetri, il cameriere, ma vivo sempre per superare i miei limiti – ha detto Khaby -. Mi sono avvicinato per caso a TikTok durante il lockdown: non potevo fare video con i miei amici, così ho scaricato la app e ho iniziato a divertirmi così. Ho scelto il linguaggio muto perché il non parlare è la lingua mondiale: tutti sanno quello che dico, quello che voglio far intendere. C’è solo la mia semplicità: sono orgoglioso di portare sorrisi».


Nonostante il successo, Khaby non si è montato la testa, ed è ancora riconoscente ai personaggi che lo hanno ispirato: «Sono cresciuto con il mito di Will Smith, guardando Willy, il principe di Bel-Air: il mio sogno è ovviamente quello di entrare nel mondo del cinema e magari di fare un film con lui». A consegnare il premio è stato Gabriele Ferrieri, presidente dell’associazione, che ha commentato: «La storia di Khaby è quella di tanti giovani innovatori, che con la forza delle idee raggiungono grandi risultati. I social sono entrati nelle nostre vite e, con questo modo innovativo di fare comunicazione, Khaby ora è un’eccellenza italiana a livello mondiale».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: