Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La storia dell’esposto contro Burioni per il tweet sui No vax «chiusi in casa come sorci»

È stato archiviato: il virologo del San Raffaele non incorrerà in alcun procedimento per violazione del codice deontologico. E schernisce l’avvocato che lo ha scritto: «Può prendersela riccamente… con filosofia»

Galeotto fu il tweet pubblicato da Roberto Burioni lo scorso 23 luglio, nella sua ormai annosa battaglia contro chi non accetta il vaccino anti Covid. «Propongo una colletta per pagare ai No vax gli abbonamenti Netflix per quando dal 5 agosto saranno agli arresti domiciliari chiusi in casa come dei sorci». Una similitudine che ha aperto un lungo dibattito sui social e sui giornali, per il linguaggio forte utilizzato dal virologo. Il quale, qualche giorno più tardi, ha provato a chiudere così la polemica: «Certamente quel tweet non lo riscriverei, perché qualcuno si è sentito offeso». Tuttavia, gli strascichi di quel messaggio lanciato sui social si sono protratti fino a oggi. L’avvocato Gianluca Ottaviano, per conto della signora Giorgia Bertoni, aveva infatti presentato un esposto in procura e all’ordine dei medici per violazione del codice deontologico. «L’esposto è stato archiviato», ha fatto sapere il professore del San Raffaele.


Burioni, nel comunicare la notizia ai suoi follower, ha utilizzato la consueta verve irriverente. Per schernire l’avvocato e la signora Bertoni, ha scritto: «Possono prendersela riccamente nel… con filosofia». Il medico ha invitato poi i suoi seguaci alla «più rigorosa moderazione» nel commentare il post, in quanto «i commenti di questa pagina sono “attenzionati” dal principe del foro, l’avvocato Gianluca Ottaviano, che dopo la figuraccia riportata con l’esposto per conto e in nome della sua amata è particolarmente deciso a fare il bis». E ha concluso: «Ecco la comica finale. Ricoperto di materiale organico poco nobile dall’universo intero, se la fa sotto e rende i post della sua bacheca contro di me accessibili solo ai suoi amici. Che, ovviamente, non sa scegliere, perché uno mi passa lo screenshot. Lui è un genio a tutto tondo».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: