Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Covid, Magrini (Aifa): «Con la terza dose rallenta l’epidemia. È importante vaccinare i bimbi, per una sicurezza più ampia»

Il direttore generale ha annunciato che «nei primi mesi del prossimo anno potremmo avere la disponibilità dei nuovi vaccini Covid Novavax e Valneva»

Nonostante ci troviamo di fronte a questa «preoccupante» variante Omicron, «la situazione italiana è migliore di quella degli altri Paesi, sia per le vaccinazioni che per i comportamenti e la terza dose comporterà una rallentamento dell’epidemia». Sono queste le parole del direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco Nicola Magrini rilasciate a Sky Tg24. «I dati sembrano confermare che Omicron sia di rapida espansione ma c’è motivo di credere che possa essere meno aggressiva», ha precisato il professore che poi ha concentrato il suo ragionamento sull’immunizzazione dei più piccoli: «È importante vaccinare i bambini, possono avere un netto beneficio come le altre fasce di età – ha detto il direttore di Aifa -. Il vaccino poi è in grado di abbattere completamente i ricoveri. Per gli adolescenti ha avuto un discreto successo», ha continuato Magrini evidenziando che non ci sono state reazioni gravi nei primi vaccinati.


«Le miocarditi sono un effetto rarissimo e il rischio è notevolmente superiore nel caso si prenda il Covid. La sicurezza è ampia, i bimbi tollerano molto bene le vaccinazioni». Il direttore generale di Aifa ha poi annunciato che per i vaccini anti-Covid Novavax e Valneva è attesa la valutazione di questa settimana da parte dell’Agenzia europea per il farmaco: «Nei primi mesi del prossimo anno potremmo avere la disponibilità di questi vaccini – ha detto il professore – è bene che ci sia un’ulteriore offerta vaccinale sia per gli ingiustificati scettici – che non dovrebbero avere nessun tipo di scetticismo verso i vaccini a Rna perché si sono dimostrati sicuri – ma anche perché possono diventare vaccini di più facile utilizzo».


Leggi anche: