Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’allarme in Campania per la variante Omicron: «Un focolaio nato dopo il viaggio di un liceo in Irlanda»

Ci sono 35 positivi tra gli studenti del De Carlo di Giugliano dopo un viaggio studio. I familiari difendono la scelta

69 tra liceali e accompagnatori partiti il 28 novembre scorso per l’Irlanda: 35 sono positivi al Coronavirus e due hanno la variante Omicron. La storia degli studenti del liceo De Carlo a Giugliano la racconta oggi il Mattino: la dirigente scolastica Carmela Mugione ha spiegato al quotidiano che «quando sono partiti la situazione era abbastanza tranquilla» e ha scaricato sugli organi collegiali il via libera al viaggio poiché «i genitori si assumono la responsabilità». Sui social network intanto i familiari difendono la propria scelta di far partire il gruppo in viaggio studio in Irlanda e chi invece si è pentito. Intanto due studentesse di 14 anni sono risultate positive alla nuova variante. Hanno avuto sintomi lievi e nel frattempo si sono negativizzate. Martedì si saprà se anche le persone che sono state vicine alle due ragazze sono malate. I primi due casi di positivi sono emersi subito dopo l’atterraggio a Capodichino. Da quel momento in poi è scattato il protocollo dell’Asl Napoli 2: al primo giro di test 25 positivi, al tampone di fine quarantena quattro giorni fa altri dieci per un totale di 35. Il viaggio era stato organizzato da tempo, tant’è vero che le famiglie hanno dovuto versare un primo acconto il 23 ottobre per poi saldare il 20 novembre, una settimana prima della partenza, quando però in Irlanda la situazione epidemiologica non era delle migliori. Il 18 novembre il governo aveva infatti reintrodotto il coprifuoco a causa di un picco di contagi.


Leggi anche: