Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Renzi avverte: «Il presidente della Repubblica si può eleggere con un’altra maggioranza»

Il leader di Italia Viva: «Inserire Draghi nel calderone dei nomi oggi serve solo a gettare fumogeni»

Il senatore Matteo Renzi avverte: per il Quirinale si può pensare anche a un’altra maggioranza rispetto a quella che regge il governo Draghi. «Nel 2015 scegliemmo Mattarella e non tutta la maggioranza di governo fu d’accordo: alcuni partiti erano scettici o contrari. Oggi possiamo dire che aver individuato Sergio Mattarella è stato un bene per l’Italia. Ma sette anni fa la maggioranza parlamentare fu diversa dalla maggioranza presidenziale: il Quirinale fa sempre storia a sé», dice il leader di Italia Viva in un’intervista a Repubblica. Renzi non sembra voler affossare la candidatura di Draghi: «Io penso che sarebbe un ottimo presidente della Repubblica come penso che sia un ottimo premier». Ma suggerisce di «abbassare i toni». «Questa discussione – dice – va ripresa il 10 gennaio, non prima». Per Renzi «inserire Draghi nel calderone dei nomi oggi serve solo a gettare fumogeni. Fino al 24 gennaio lasciamo che Draghi si occupi di terza dose, di Pnrr, di ripresa economica. Poi tutti insieme sceglieremo l’inquilino migliore per il Colle. Parlarne oggi -è come discutere dello scudetto ad agosto. Io non partecipo al fantamercato, mi concentro sulle vere priorità».


Leggi anche: