Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Brusaferro: «Omicron sarà dominante tra due settimane. Vaccinate i bimbi durante le feste»

L’appello del presidente dell’Iss sul Capodanno: «Meglio riunirsi solo se “muniti” di vaccino»

Silvio Brusaferro invita alla responsabilità in vista del Capodanno e lancia un appello perché durante le feste venga vaccinato contro il Covid il maggior numero possibile di bambini. «Spero che durante queste festività i genitori, seguendo le indicazioni dei pediatri, portino i bambini ai centri vaccinali. È importante metterli al sicuro dal rischio del Covid. La ripresa della scuola è imminente ed è bene che i piccoli possano tornare sui banchi bene equipaggiati anche contro il virus», dice il presidente dell’Iss in una intervista al Corriere della Sera. Parlando dello stato della campagna vaccinale, Brusaferro spiega: «Oltre il 60% della popolazione per la quale è prescritto il richiamo, il booster, lo ha ricevuto. Parliamo di 19 milioni di persone. Sì, sono numeri di grande soddisfazione e non dubito che diventeranno più grandi. La gente ha compreso che il vaccino è uno strumento fondamentale». La tendenza della curva epidemiologica, dice, è chiara: «La crescita dei casi è netta e rapidissima. Siamo a oltre 600 positivi ogni 100 mila abitanti negli ultimi 7 giorni. È un segnale chiaro. L’attività diagnostica è intensa. Circa un milione di test al giorno: una capacità molto elevata di individuare le persone con infezione. Più colpiti i giovani. Sono dati in linea col resto d’Europa». Quanto alla variante Omicron, dice, «tutto fa supporre che sarà diventata largamente dominante attorno alla metà di gennaio».


«L’alleggerimento della quarantena? Appello al buonsenso»

Il presidente dell’Iss parla poi delle nuove misure approvate dal governo: «Nessuna prevale sull’altra, come importanza. È l’insieme dei provvedimenti che richiama ogni singolo cittadino a un grande senso di responsabilità. Anche l’alleggerimento della quarantena per le persone vaccinate con la maggiore copertura (tre dosi o due se non sono passati 120 giorni) e che hanno contatti con soggetti positivi, fa appello al buonsenso nel gestire i nostri comportamenti. Le precauzioni per loro? Indossare sempre la mascherina Ffp2, per maggior sicurezza, evitare gli assembramenti, avere attenzione se si sta vicino a persone fragili e arrivare al test di negatività. Questo significa vivere la libertà con consapevolezza». Chiusura dedicata al Capodanno e alle raccomandazioni per i festeggiamenti: «Evitare i luoghi sovraffollati, specialmente al chiuso. Meglio riunirsi solo se “muniti” di vaccino. Ricordiamoci di arieggiare sempre le stanze, in ogni caso, aprendo di tanto in tanto le finestre, e di usare le mascherina quando raccomandato. Il mio augurio: la situazione è complessa, ma si può guardare a un 2022 più sereno».


Leggi anche: