Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Caso Epstein, i legali del Principe Andrea chiedono l’archiviazione della causa per abusi sessuali

Secondo le accuse di Virginia Giuffre, il terzogenito della regina Elisabetta II avrebbe abusato di lei nel 2001. A quel tempo Giuffre era ancora minorenne

Nessun processo per il principe o almeno, così vorrebbero i suoi avvocati. Il 3 gennaio a New York è cominciato un nuovo filone del caso Epstein, quello che vede protagonista il principe Andrea Mountbatten-Windsor. Duca di York e terzogenito della regina Elisabetta II, Andrea è stato accusato di abusi sessuali da Virginia Giuffre per una serie di episodi che sarebbero avvenuti quando Giuffre era ancora minorenne. Secondo le ricostruzioni dell’accusa, tutto sarebbe successo durante i festini organizzati da Jeffrey Epstein. Nella prima udienza del caso la difesa del duca di York aveva svelato che nel 2009 Epstein e Giuffre avevano stabilito un accordo da 500 mila dollari per non intraprendere nessuna causa legale, né contro Epstein stesso né contro altre persone coinvolte in questa vicenda. Oggi la seconda mossa: in base all’interpretazione dei legali di Andrea questo accordo invaliderebbe la causa e quindi questo nuovo processo dovrebbe essere subito archiviato.


I fatti per cui Giuffre accusa il principe Andrea risalgono al 2001 e si riferiscono nello specifico a tre episodi di violenza. Epstein ormai non può più rispondere di queste accuse: il 10 agosto del 2019 il suo corpo è stato trovato senza vita nella cella in cui era detenuto al Metropolitan Correctional Center di New York. I procedimenti che riguardano le altre persone coinvolte in questa vicenda però sono andati avanti. Lo scorso 29 dicembre la corte federale di Manhattan ha dichiarato colpevole Ghislaine Maxwell per aver adescato le ragazze minorenni da portare alle feste organizzate da Epstein. Il suo ruolo, secondo la corte, era proprio quello di «adescare ragazze vulnerabili, provenienti da ambienti difficili ed economicamente disagiate, manipolarle e presentarle a Epstein, consapevole del fatto che lui ne avrebbe abusato sessualmente».


Leggi anche: