Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Covid, saltano altre partite di Serie A: Torino e Udinese bloccate dalle Asl. Via libera a Napoli e Verona

Pesa l’aumento dei contagi tra i club. La Salernitana non giocherà con il Venezia

Saltano le prime partite di Serie A a causa dei focolai di Covid-19. Il Torino non partirà per Bergamo, dove domani avrebbe dovuto affrontare l’Atalanta. Attualmente sono otto i positivi, e tutto il gruppo andrà in quarantena per 5 giorni. Salta dunque anche la partita casalinga di domenica prossima contro la Fiorentina. Non si giocherà nemmeno Fiorentina-Udinese: «Udinese Calcio comunica che, in seguito alle positività al Covid-19 riscontrate nel gruppo squadra, l’Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale ha disposto per il gruppo squadra, fermo restando l’isolamento fiduciario obbligatorio per i soggetti positivi, la quarantena o l’autosorveglianza dal 5 al 9 gennaio 2022 in base alle rispettive vaccinazioni». Stop anche a Udinese-Atalanta in programma domenica. La Salernitana, poi, non giocherà con il Venezia non avendo calciatori disponibili.


Via libera invece al Napoli. L’Asl non è intenzionata a stoppare la trasferta dei partenopei contro la Juventus per la prima giornata del girone di ritorno di campionato. Dopo aver concluso l’indagine epidemiologica l’Asl Napoli 1 Centro ha fatto sapere: «Sull’accertato focolaio al Covid-19 relativo all’Ssc Napoli con la presenza di diverse positività, anche nell’ambito del gruppo squadra, per tutti i soggetti positivi è stato disposto l’isolamento e per i contatti stretti individuati è invece stato disposto il rispetto di quanto previsto al punto 1 della Circolare del Ministero della Salute n° 60136 del 30 dicembre 2021».


Nella nota l’azienda sanitaria ha anche sottolineato la necessità da parte del gruppo squadra di attenersi scrupolosamente alle regole legate al contenimento della diffusione dei contagi: «È stato ribadito alla Società Calcio Napoli che il gruppo squadra, alla luce dell’acclarato focolaio di positività, che tra l’altro presenta un continuo trend di casi positivi, dovrà attenersi scrupolosamente al massimo rispetto delle norme di contenimento e riduzione del rischio. La Società Calcio Napoli, alla luce del sopracitato focolaio e nel principio della massima cautela, provvederà a valutare ogni altra misura preventiva-restrittiva utile ad impedire la diffusione del contagio».

I giocatori che sono vaccinati con terza o seconda dose da meno di quattro mesi possono partire; gli altri dovranno stare in quarantena. Ovviamente chi è positivo al virus è sottoposto ad isolamento. Nessuno stop nemmeno per il Verona, che è partito regolarmente verso la Spezia per la gara di campionato di domani. Nonostante dieci componenti del gruppo squadra ieri siano risultati positivi al Covid-19 e posti in isolamento, nella mattinata di oggi i gialloblu hanno svolto regolarmente la loro seduta di allenamento prima di spostarsi verso la Liguria.

Immagine di copertina: Ansa

Leggi anche: