Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

De Luca boccia Draghi: «Conferenza sconcertante e demagogica: ha parlato mezz’ora di Dad che nessuno ha chiesto» – Il video

L’invettiva del presidente della Campania: «Il premier ha scelto un obiettivo comodo per parlare per mezz’ora, candidandosi anche lui al club degli sfondatori di porte aperte»

«Sconcertante» e «demagogica». Così il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, ha definito la conferenza stampa di ieri del premier Draghi parlando con i giornalisti a margine dei lavori del Consiglio regionale. «Sconcertante perché all’inizio della conferenza stampa ha
delimitato il recinto nel quale i giornalisti potevano muoversi. È francamente incredibile che il presidente del Consiglio dica ai giornalisti le domande che possono fare e quelle che non possono fare. Queste cose avvengono nelle democrazie cosiddette protette», ha detto De Luca. E demagogica «perché Draghi ha parlato mezz’ora, con il ministro della pubblica istruzione, della didattica a distanza generalizzata che però non ha chiesto nessuno», ha continuato De Luca, che ha concluso dicendo: «Ha scelto un obiettivo comodo per parlare per mezz’ora, candidandosi anche lui a iscriversi al club degli sfondatori di porte aperte. Chi ha chiesto la didattica alla distanza? E trovo sconveniente che non ci sia stata una risposta di merito al problema limitato alla Regione Campania».


Leggi anche: