Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Un “campo d’addestramento” per No vax alle porte di Roma, l’ultima trovata di Franzoni: «Qui riuniremo la resistenza» – I video

«Questa è la Woodstock della resistenza, la Woodstock della libertà», scandisce Franzoni che punta a un milione di adesioni. «Raggrupperemo su questo spazio tutti i non vaccinati di Italia. Dimostriamo che siamo un esercito»

Un maxi rave alle porte di Roma per riunire l’esercito dei No vax, un «campo Woodstock della Libertà e della resistenza». Lo sta organizzando Nicola Franzoni, imprenditore e leader del Fronte di Liberazione nazionale, noto al grande pubblico per la sparata dopo la morte del presidente del Parlamento europeo David Sassoli («Una testa di ca**o in meno»). Se i suoi programmi andassero in porto, dal 10 al 13 febbraio ai Pratoni del Vivaro, a Rocca di Papa – a meno di sgombero del prefetto – andrà in scena questo raduno di non vaccinati, contrari al vaccino e alle misure imposte dal governo contro il Coronavirus. Un’iniziativa organizzata con il fine di «addestrare alla resistenza i non vaccinati» e di lanciare «la sfida» all’esecutivo, come racconta lo stesso Franzoni in un paio di video che circolano sui suoi canali Telegram, in cui lo si vede fare una perlustrazione del terreno scelto per accamparsi. Uomo noto per le sue posizioni di estrema destra e per le sue teorie complottistiche, Franzoni punta a un milione di adesioni. Numeri che mettono in allerta le forze dell’ordine, tanto che polizia e carabinieri stanno monitorando giorno dopo giorno sul web e sulle chat gli sviluppi intorno alla mobilitazione per il momento non autorizzata.


«Questa è la Woodstock, qui ci troveremo dal 10 al 13 febbraio. Riuniremo tutta la resistenza qua, è un’area pubblica e non ci possono impedire niente. Non possono mettere i militari a sparare – urla Franzoni in un video girato sul terreno della location scelta -. Cosa fanno? Hanno rotto il cazzo. Non possiamo neanche riunirci? Dobbiamo chiedere il permesso anche per pisciare? Lo chiederemo, e non possono dirci di no. Loro fanno quel cazzo che vogliono e noi non possiamo neanche incontrarci in un prato, hanno rotto i coglioni». Appresa la notizia, la sindaca di Rocca di Papa, Veronica Cimino si è detta pronta «ad adottare tutti i provvedimenti e le misure di massima autorità sanitaria locale e di pubblica sicurezza, senza escludere la richiesta dell’istituzione di una zona off limits blindata a tutela del territorio, come già avvenuto in passato».


«Questo è il posto in cui ci dobbiamo accampare, dobbiamo occupare tutta questa zona che tanto è pubblica e creare il più grande campo hobbit della storia – insiste Franzoni in un secondo video -. Daremo a tutti la posizione. Vogliamo portare qua un milione di persone, qui in maniera bucolica raduniamo l’esercito. Un campo hobbit dove addestrare la resistenza dei non vaccinati. Se ci vogliono anche impedire di difenderci dobbiamo reagire. Riuniamoci qua, attrezzati di camper, roulotte, sacchi a pelo e tende. Questa è l’ultima opportunità per far dare una prova muscolare a questo governo. Si lancia da qui la sfida. Dobbiamo essere un milione. Questa è la Woodstock della resistenza, la Woodstock della libertà. Raggrupperemo su questo spazio infinito tutti i non vaccinati di Italia. Dimostriamo che siamo un esercito».

Leggi anche: