Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Covid, la previsione dell’Oms: «La fase acuta della pandemia può finire a metà 2022»

Secondo il capo dell’Organizzazione mondiale della sanità, la condizione è che almeno il 70 per cento della popolazione mondiale sia vaccinata

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, la «fase acuta» della pandemia di Coronavirus potrebbe finire «entro la metà dell’anno». Lo ha spiegato Tedros Adhanom Ghebreyesus, sottolineando che la condizione necessaria è che il 70 per cento della popolazione mondiale abbia completato il ciclo vaccinale contro il Covid. L’annuncio del capo dell’Oms è arrivato nel corso di un briefing tenuto in Sudafrica. Intanto, il numero di casi confermati di Covid nel mondo ha superato i 400 milioni da inizio pandemia. I contagi confermati sono arrivati a quota 402.044.502, mentre le morti legate al Covid sono al momento 5.770.023. Gli Stati Uniti restano il Paese con il più alto numero complessivo di casi confermati e decessi, con oltre 76,44 milioni di contagi e più di 902.000 decessi. In termini percentuali si parla rispettivamente di circa il 19% e il 15,6% del totale mondiale. Dopo gli Usa, i numeri più alti da quando è cominciata l’emergenza sanitaria sono stati registrati in India e in Brasile.


Leggi anche: