Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Bollette luce e gas, il taglio del governo allarma le associazioni dei consumatori: così si risparmia solo 20 euro al mese

Le bollette di luce e gas, sempre più care, rischiano di mettere in ginocchio le famiglie e le imprese italiane. E nemmeno gli aiuti del governo serviranno a fronteggiare quest’emergenza

Ci sono volute settimane per approvare un decreto taglia bollette che, secondo il Quotidiano Nazionale, aiuterà pochissimo le famiglie e le imprese italiane. Si parla di appena 20 euro di risparmio al mese a fronte di aumenti spropositati nelle bollette di luce e gas. Insomma un piccolo aiuto, talmente piccolo che non attenuerà di certo il dramma che stanno vivendo i cittadini italiani. Il governo, che ha messo sul piatto altri 5,5 miliardi di euro per famiglie e imprese nel secondo trimestre del 2022, non potrà dare chissà quale sollievo: la cifra destinata alle famiglie è nello specifico di 2,7 miliardi che scende, di fatto, a 2,2 togliendo i circa 500 milioni di euro necessari per rafforzare i bonus sociali per le famiglie meno abbienti. Secondo la Cgia, le famiglie dovranno farsi carico, nonostante i miliardi stanziati del governo, di un extra costo di 33,8 miliardi di euro nel primo semestre. Secondo l’Unione nazionale dei consumatori, in un anno le bollette sono aumentate addirittura del 129,5 per cento per l’elettricità e del 94,3 per il gas. Conti alla mano, si tratta di 441 euro in più per la luce e 657 per il gas.


I conti in tasca

L’ultimo intervento del governo, tanto atteso, dunque rischia di servire a poco. Anzitutto non riguarderà le bollette di questi mesi ma quelle relative ai consumi effettuati dall’1 aprile al 30 giugno. L’intervento dovrebbe portare all’azzeramento degli oneri di sistema che, numeri alla mano, pesano per il 20 per cento sulle bollette della luce e del 5 per cento su quelle del gas, senza considerare poi la riduzione dell’Iva sul gas al 5 per cento. Insomma, l’incubo delle maxi bollette resta eccome al punto che alcuni ristoratori hanno già inscenato una protesta, in tutta Italia, spegnendo le luci dei propri locali e invitando tutti i propri clienti, per una sera, a cenare a lume di candela. E non certo per romanticismo. Secondo Facile.it, dunque, gli aiuti del governo serviranno di fatto ad evitare l’ennesimo rincaro dei prezzi ad aprile 2022 con un mancato aumento di 28 euro a trimestre per la luce (su una spesa annua di 823 euro) e poco meno per il gas (su una spesa annua di 1.560 euro). Insomma, poco meno di 20 euro al mese.


Foto in copertina di repertorio

Leggi anche: