Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Maturità 2022, altra novità: la traccia della seconda prova verrà sorteggiata all’ultimo momento

Mentre la prova di italiano sarà unica per tutta Italia, quella di indirizzo verrà preparata di istituto in istituto dalle singole commissioni. Per evitare di toccare temi poco trattati causa pandemia

Le materie della seconda prova scritta alla Maturità, contenute nell’ordinanza per l’esame di Stato ora allo studio della Camera e il cui testo è atteso a breve, sono state selezionate: si tratta di latino al classico, matematica allo scientifico, lingua e cultura straniera 1 al linguistico, economia aziendale al tecnico commerciale, progettazioni, costruzioni e impianti al tecnico per geometri, scienze e cultura dell’alimentazione all’istituto alberghiero. La prima prova, di italiano, vedrà tracce uguali per tutti i maturandi, mentre secondo la bozza la seconda prova sarà “di istituto” (sorteggiata tra tre diverse proposte), sempre su una disciplina caratterizzante il singolo percorso di studi ma uguale per tutti i maturandi di una determinata scuola. Risale al 2018 quando il secondo scritto verteva su una sola disciplina. L’anno dopo è stata la volta invece di seconde prove cosiddette miste, quindi uno scritto composto, per esempio, da una parte di matematica e di fisica allo scientifico, da due lingue straniere al linguistico, da una parte di greco e una di latino al classico. E poi è arrivato il Coronavirus: nel 2020 e nel 2021, la maturità è stata costituita da un solo colloquio. Ma ora basta, il ministero dell’Istruzione è del tutto convinto di tornare ad aggiungere anche la prova scritta.


L’esame che verrà

Lo scritto di italiano è previsto per il 22 giugno, quello di indirizzo il 23. Di seguito sarà la volta degli orali. Nella bozza di ordinanza, all’ordine del giorno del Consiglio superiore della pubblica istruzione e alla Camera in VII Commissione cultura, scienza e istruzione, si prevede che la commissione, a differenza della maturità pre-covid e come invece accaduto durante la pandemia, sarà composta da docenti interni. Dall’esterno verrà solo il o la presidente di commissione. Prima dell’emergenza la commissione era composta per metà da personale docente interno e metà esterno. Mentre lo scritto di italiano sarà appunto a carattere nazionale, le tracce di quello di indirizzo verranno preparate dalle singole commissioni con i programmi svolti in classe alla mano. Per far sì. che non vengano inseriti temi magari poco trattati a causa di didattica a distanza o assenze. E una delle tre tracce verrà sorteggiata, il giorno stesso della seconda prova.


Leggi anche: