Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Coronavirus, 49.040 casi e 252 morti nelle ultime 24 ore. Scendono i ricoveri, risale il tasso di positività: è al 10,2%

Diminuiscono sia i ricoveri in area non critica (-549 rispetto a ieri), così come quelli in terapia intensiva (-10 rispetto a 24 ore fa). Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 479.447 test

Il bollettino del 23 febbraio 2022

Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 49.040 nuovi casi di Coronavirus (ieri 60.029) e 252 decessi (ieri 322, e il giorno precedente 201) secondo i dati odierni del bollettino del Ministero della Salute e dalla Protezione Civile. Il totale dei casi registrati in Italia da inizio emergenza sale a quota 12.603.758, mentre i decessi per Covid sono stati complessivamente 153.764. Il numero degli attualmente positivi al virus è pari a 1.221.423 persone (ieri 1.291.793). 


Ministero della Salute – Iss – Aggiornamento casi Covid-19 del 23 febbraio 2022

La situazione negli ospedali

Le persone attualmente ricoverate in ospedale in area non critica con sintomatologia sono 12.527 (ieri 13.076, 549), mentre nelle terapie intensive italiane, a fronte di 81 nuovi ingressi giornalieri (ieri 82), il numero di persone ricoverate in condizioni critiche è pari a 886, contro i 896 di ieri (-10). Le persone che si trovano in isolamento domiciliare sono 1.208.010 (ieri 1.277.821), mentre 119.280 persone si sono negativizzate nelle ultime 24 ore, per un totale di 11.228.571 guariti dal virus da inizio pandemia. 


Tamponi e tasso di positività

Il tasso di positività saledal 9,9 per cento di ieri al 10,2 per cento di oggi, 23 febbraio. I dati epidemiologici odierni arrivano a fronte di 479.447 test elaborati nelle ultime 24 ore (ieri 603.639), per un totale di 185.461.360 analizzati da inizio pandemia.

Ieri e Oggi

Indice di gravità

Ultimi 10 giorni

I positivi al Covid-19 Regione per Regione

Ecco i dati sulle persone attualmente positive al Coronavirus regione per regione:

Grafiche a cura di Vincenzo Monaco

Leggi anche: