Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Dopo lo striscione choc, i cori contro i napoletani: la curva del Verona chiusa per una gara

Il presidente della Camera, Roberto Fico: «Quello striscione è una vergogna, basta con questi episodi»

Il giudice sportivo ha deciso che il Verona dovrà giocare una gara con il settore “curva sud” chiuso, dunque senza spettatori. Il motivo? I cori di insulto «intonati in più occasioni» contro i napoletani nella partita di domenica scorsa che si era già aperta con uno striscione choc in cui i tifosi veronesi riportavano le coordinate di Napoli “invitando” a colpire il capoluogo campano. Il giudice sportivo ha parlato di insulti «percepiti chiaramente in tutto l’impianto durante l’intero svolgersi della gara». Inoltre «la gravità dei fatti, la dimensione, durata e percezione dei detti cori comportano la non applicazione della sospensione dell’esecuzione della sanzione». Già oggi il presidente della Camera, Roberto Fico, si era esposto sullo striscione: «Una vergogna. Potrei dire che “la mamma degli stupidi è sempre incinta”, ma credo che la questione sia più profonda. Culturalmente non ci possono essere più questi atteggiamenti, né allo stadio né altrove».


Foto in copertina: ANSA/EMANUELE PENNACCHIO


Leggi anche: