Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

In Bielorussia sabotata la ferrovia per non far arrivare armi e rifornimenti ai soldati russi

Lo Stato Maggiore delle Forze Armate di Kiev: sono stati i membri dell’opposizione e alcuni comuni cittadini

La linea ferroviaria che collega l’Ucraina con la Bielorussia è stata sabotata per impedire al governo di Minsk di inviare aiuti e materiali bellici alle truppe impegnate sul campo. Nei giorni scorsi alcuni media polacchi avevano riportato notizie non confermate secondo le quali erano stati gli stessi ferrovieri a sabotare le linee. Secondo lo Stato Maggiore delle Forze Armate di Kiev a sabotare la ferrovia sono stati i membri dell’opposizione e alcuni comuni cittadini ostili al conflitto. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha più volte lanciato l’allarme su un possibile ingresso della Bielorussia nel conflitto a fianco della Russia. Ma il presidente Alexandr Lukashenko non intenderebbe mettere in pericolo la stabilità del suo regime. Due giorni fa il reggimento di paracadutisti che era stato schierato da Minsk al confine con l’Ucraina è stato ritirato e ha fatto ritorno al suo quartier generale di Brest.


Leggi anche: