Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

No! Questa donna non è la blogger incinta evacuata dall’ospedale di Mariupol bombardato dai russi

L’influencer Marianna Podgurskaya è di nuovo oggetto di teorie del complotto, ma anche questa volta sono false

Alcuni utenti stanno condividendo su Facebook un post che sostiene che una delle donne incinte evacuate dall’ospedale bombardato a Mariupol il 9 marzo si sarebbe presentata a in fila per ricevere cibo e acqua che secondo il post verrebbero distribuiti a Mariupol dai russi. Sempre secondo il post, questo fatto sarebbe strano, dato che si era sostenuto che la donna fosse morta. La foto è stata ripresa anche dal sito di notizie Донецк Топмосоль.

Per chi ha fretta

  • No, la donna in questione non è morta. Questa falsa informazione si rifà a un’altra teoria del complotto che sosteneva che due delle donne evacuate dall’ospedale di Mariupol fossero la stessa persona, ma non è vero, solo una delle due è morta;
  • No, non si tratta della stessa persona. Nelle foto su Facebook vengono mostrate due ragazze diverse.

Analisi

Nell’immagine si legge:

La donna incinta evacuata dall’ospedale colpito da qualcosa e data per morta dai mass media occidentali un paio di giorni dopo. Oggi riappare per prendere gli aiuti umanitari dei russi a Mariupol. Comunque meglio sia in vita.

Uno dei post che sostiene che la donna incinta stia chiedendo gli aiuti umanitari dei Russi

Nel post in questione vengono sostenuti due fatti. Il primo è che le ragazze che appaiono nelle due foto siano in realtà la stessa persona, mentre il secondo è che questa sia morta. Vediamo perché entrambi sono falsi.

Perché la ragazza in questione non è morta

Ad oggi non ci sono notizie che la ragazza mostrata nella foto inferiore sia morta. Come Open aveva già spiegato, la ragazza in questione si chiama Marianna Podgurskaya, ed è un’influencer di Mariupol. Se fosse morta, una ricerca su Google dovrebbe poterlo confermare, dal momento che Podgurskaya ha ricevuto molta attenzione mediatica negli scorsi giorni. Ma così non accade, il che suggerisce che al momento sia viva. La maggior parte delle notizie sul suo conto infatti riguardano il fatto che abbia dato alla luce la sua bambina lo scorso 10 marzo.

L’annuncio della falsa morte potrebbe basarsi su un’altra teoria che circolava gli scorsi giorni, ovvero che Podgurskaya fosse la stessa donna fotografata su una barella fuori dall’ospedale bombardato. Come però Open aveva già dimostrato, i soggetti delle due foto sono donne diverse: una è morta, ma non è Podgurskaya.

Ansa | La ragazza morta in seguito al bombardamento. Come spiegato da Open, non si tratta di Podgurskaya, come si può notare anche dai lineamenti facciali.

Perché Podgurskaya non è la ragazza mostrata nella prima foto del post

Chiarito che Marianna è molto probabilmente ancora viva, passiamo alla presunta somiglianza evidenziata dal post su Facebook. Inserendo l’immagine nel motore di ricerca di Yandex si ottiene il link al video da cui la foto è stata estrapolata. Scegliendo un altro fermo immagine dello stesso video in cui la ragazza appare di profilo si può vedere che il suo l’arco sopraccigliare protrude evidentemente oltre la linea del ponte del naso.

Per rendersi conto che non si tratta Podgurskaya basta trovare una foto di profilo dell’influencer sulla sua pagina Instagram. Si può notare che le sopracciglia di Podgurskaya sono in linea con il ponte del naso.

Conclusioni

Un’immagine che circola su Facebook sostiene che Marianna Podgurskaya, l’influencer di Mariupol coinvolta nel bombardamento di un ospedale della città il 9 marzo avrebbe ricevuto aiuti umanitari dai russi nonostante la sua presunta morte. In realtà però la Podgurskaya è viva, e non è la persona mostrata nel post su Facebook, dato che i lineamenti del volto non combaciano.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Leggi anche: