Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Nuove minacce a don Patriciello: «Non ho paura, faccio il parroco». Ed è già sotto scorta

Davanti alla sua chiesa di Caivano (Napoli) è apparso un cartello con la scritta «Bla bla bla pe’ mo’». Per il senatore Sandro Ruotolo «è una minaccia della camorra, l’ennesima minaccia»

«Non ho mai avuto paura e continuo a non avere paura. Io faccio il parroco e continuerò a farlo». Queste le parole di don Maurizio Patriciello dopo il ritrovamento, nella notte, di un cartello davanti alla sua chiesa, al Parco Verde di Caivano (Napoli), con la scritta «Bla bla bla pe’ mo’», come a voler significare «solo chiacchiere, per il momento». «I carabinieri stanno cercando di interpretare il senso di questo messaggio – ha detto all’Ansa don Maurizio – di certo è un cartello che arriva dopo il mio incontro di ieri con il ministro Lamorgese, dopo la visita qui dell’Antimafia». Le sue parole, la sua testimonianza, le sue attività danno fastidio a qualcuno. E non è la prima volta che accade: a metà marzo è stato fatto esplodere un ordigno davanti al cancello della chiesa. A rendere nota la notizia, per primo, è stato il senatore Sandro Ruotolo del Gruppo Misto. Da pochi giorni don Patriciello è sotto scorta. «”Pe mo'”, vuol dire per ora. Cioè fino ad oggi abbiamo scherzato – aggiunge il senatore – Loro non demordono ma neanche noi. Loro continuano a sfidarci. È una minaccia della camorra, l’ennesima minaccia».


Foto in copertina di repertorio: ANSA/CESARE ABBATE


Leggi anche: