Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Mosca: «Il nostro obiettivo è il controllo del Donbass e dell’Ucraina meridionale»

L’esercito russo dopo l’inizio della seconda fase della guerra: «L’obiettivo è l’apertura di un corridoio terrestre verso la Crimea»

Le truppe russe «dall’inizio della seconda fase» della guerra, «cominciata due giorni fa», si sono poste l’obiettivo di «prendere il pieno controllo del Donbass e dell’Ucraina meridionale». A dirlo è il comandante ad interim del distretto militare centrale russo, Rustam Minnekayev, citato dall’agenzia Interfax. L’obiettivo è «l’apertura di un corridoio terrestre verso la Crimea», la penisola sul Mar Nero che è stata annessa alla Russia nel 2014 a seguito di un’invasione armata. Come scrive Interfax, il controllo dell’esercito russo sul sud Ucraina aumenterebbe, di fatto, la possibilità di accedere alla Transnistria, stato indipendente non riconosciuto dall’Onu, essendo considerato invece parte della Moldavia. «Il controllo sul sud dell’Ucraina è un altro sbocco sulla Transnistria, dove si registrano anche fatti di oppressione della popolazione di lingua russa», ha concluso Minnekayev.


Foto in copertina di repertorio


Leggi anche: