Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Evacuazioni da Mariupol, Kiev conferma: «Tutti i civili fuori dall’acciaieria Azovstal». Zelensky: «Oggi salveremo anche militari»

Il corridoio umanitario resterà aperto fino a domani 8 maggio negli obiettivi di Kiev, con la speranza di riuscire a mettere in salvo anche i soldati ancora asserragliati nell’impianto sotto assedio russo

Non ci sarebbero più civili all’interno dell’acciaieria Azovstal a Mariupol, dopo che le autorità ucraine hanno annunciato la conclusione delle evacuazioni. «Tutte le donne, i bambini e gli anziani» secondo fonti di Kiev hanno potuto lasciare l’impianto poco prima delle 18.30, ora italiana, e dopo una giornata cruciale per le operazioni di messa in salvo dei civili ancora bloccati nell’acciaieria. Nelle scorse ore Kiev aveva annunciato di aver fatto evacuare un gruppo di 50 persone, ma non era stato possibile mettere in salvo i residenti di Mariupol sulla via del ritorno, vicino a Port City, visto che i russi avrebbero «violato il cessate il fuoco». A dirlo era stata la vice prima ministra ucraina Iryna Vereschuk, come riporta Interfax Ukraine. La notizia dell’evacuazione dei civili dalla Azovstal era stata diffusa anche dalla autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk (DPR): «Il numero di civili evacuati dal territorio dell’impianto metallurgico ha raggiunto 176 persone», hanno aggiunto dal quartier generale militare.


Corridoio umanitario aperto

L’evacuazione da Mariupol continuerà anche domani, 8 maggio. «Mi scuso sinceramente con la gente di Mariupol che ha aspettato invano gli autobus di evacuazione oggi. Domani dovremmo essere in grado di farlo. Ci riuniamo vicino a Port City alle 5 del pomeriggio», ha spiegato Vereschuk. «Auspichiamo che presto possano essere in grado di arrivare in una zona sicura dopo due mesi, sottoterra, di bombardamenti», ha affermato, invece, Zelensky. «Stiamo lavorando a opzioni diplomatiche per salvare i nostri militari che rimangono nell’Azovastal», ha aggiunto citando il «coinvolgimento di influenti mediatori». Ha anticipato, infine, che oggi dovrebbe proseguire l’evacuazione dei civili ma anche dei militari da Azovstal.


Foto in copertina di repertorio

Leggi anche: