Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

No! Le immagini di questa trasmissione tv non provano presunti brogli elettorali alle elezioni francesi

I numeri trasmessi da France2, secondo alcuni utenti dei social, proverebbero che i risultati delle votazioni sono stati falsati, ma non è andata così

Le elezioni presidenziali in Francia che hanno visto la rielezione di Emmanuel Macron e la sconfitta della candidata di Rassemblement National Marine Le Pen non sono riuscite a scampare dalle polemiche: una teoria diffusa sui social, per esempio, sostiene che siano avvenuti dei brogli volti a far perdere la Le Pen. La prova? Viene rintracciata nei numeri di chi ha votato.

Per chi ha fretta:

  • Presunti brogli avvenuti nelle elezioni francesi sono stati denunciati sui social
  • La tesi si avvale di alcuni numeri incongruenti trasmessi dall’emittente statale France 2
  • La colpa dell’anomalia è stata di un errore tecnico del canale

Analisi

I numeri degli elettori di Marine Le Pen sono misteriosamente calati a distanza di pochi minuti? Questo è ciò che sostengono alcuni utenti sui social, che si avvalgono di alcune foto scattate al programma dedicato ai risultati del secondo turno delle elezioni presidenziali francesi su France 2 del 24 aprile.

Secondo i dati visualizzati, la candidata Marine Le Pen sembrava aver raccolto più di 14 milioni di voti – più del presidente uscente Emmanuel Macron -. I risultati finali però, hanno visto la vittoria di quest’ultimo con 18,7 milioni di voti… mentre quelli della sua avversaria sono scesi a quota 13,2 milioni, in maniera apparentemente inspiegabile.

Le foto non sono state alterate: le cifre sopracitate sono state veramente trasmesse dall’emittente statale francese. Ma è proprio al canale che va attribuita la colpa dell’errore: le grafiche andate in onda, infatti, si sono avvalse di numeri falsati da un errore informatico.

Il canale si è pubblicamente scusato per l’inconveniente, spiegando che il software che consente di elaborare i dati del ministero dell’Interno – incaricato di conteggiare le schede elettorali – «ha contato due volte i voti di alcuni comuni per i due candidati»: questo spiega perché alle 21.10 sullo schermo siano stati dichiarati 14,2 milioni di voti per Emmanuel Macron e 14,4 milioni di voti per Marine Le Pen.

L’emittente ha aggiunto che ha provato a correggere tempestivamente l’errore e che il ministero dell’Interno non ha mai attribuito a Marine Le Pen 14 milioni di voti. Le cifre errate trasmesse dal canale, infatti, non sono apparse sul sito web del ministero. I dati comunicati alle 21.15, verificati dall’agenzia francese Afp, hanno riportato 5,4 milioni di voti per Emmanuel Macron e 5,4 milioni per Marine Le Pen.

Come riportano i fact-checker belgi, una versione archiviata della pagina del Ministero degli Interni alle 21:42 (19:42 GMT) quella sera mostra che quei numeri in seguito sono saliti a 9,6 milioni di voti per Macron e 8,6 milioni per Le Pen. Il risultato finale di quest’ultimo è di 13.288.686 voti. Pertanto la candidata di Rassemblement National non ha mai raggiunto i 14 milioni.

Conclusioni

I fotogrammi diffusi online non dimostrano un presunto broglio elettorale ai danni della candidata Le Pen a favore di Macron. Il dato diffuso dalla televisione francese era dovuto a un errore tecnico, riportando un numero di voti mai dichiarato.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Leggi anche: