Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Bonus auto e moto, partono gli sconti per mezzi più ecologici: cosa si può comprare e come si ottiene

Per l’acquisto di auto elettriche fino a 35 mila euro è previsto un contributo di 3mila euro. Ci sarà il 30 per cento di sconto per l’acquisto di ciclomotori e motocicli elettrici e ibridi fino a 3000 euro

Lunedì 16 maggio arriva il bonus auto ed entrano in vigore gli incentivi per acquistare macchine e moto non inquinanti, con l’obiettivo di ridurre le emissioni di CO2. Si rivolge a tutti, è indipendente dall’Isee, e sarà operativo subito dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Firmato dal presidente del Consiglio Mario Draghi, destina 650 milioni di euro per l’anno in corso, oltre a quelli già previsti per il 2023 e il 2024. Nonostante la piattaforma per le prenotazioni verrà riaperta il 25 maggio, i contratti saranno validi già da lunedì 16. L’arrivo del decreto era atteso da diversi mesi e, grazie all’insistenza del ministero allo Sviluppo Economico e al lavoro di Giancarlo Giorgetti i bonus sono stati attivati.


Quali sono gli incentivi per le auto

Si può richiedere un contributo di 3 mila euro per comprare auto elettriche (fascia di emissioni tra 0 e 20 g/km di CO2) che non costino oltre i 35 mila euro più Iva. Sono previsti in aggiunta altri 2 mila euro per rottamare un veicolo sotto la classe ambientale di Euro5. Per quanto riguarda i mezzi ibridi plug-in con fascia di emissioni 21-60 g/km di CO2 e che non superino i 45 mila euro (più Iva) è previsto un contributo di 2 mila euro. Per i mezzi con motori tradizionali a basse emissioni con un costo fino a 35 mila euro più Iva è previsto un contributo di 2 mila euro ma rottamando il veicolo precedente.


Gli sconti per le moto

I cittadini potranno usufruire del 30 per cento di sconto per l’acquisto di ciclomotori e motocicli elettrici e ibridi fino a 3000 euro. Per la rottamazione di una moto che rientra in una classe da Euro0 a Euro3 c’è uno sconto del 40 per cento fino a un massimo di 4000 euro. Per i motocicli e ciclomotori nuovi che rientrano nelle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e o L7e è previsto uno sconto del 40 per cento sul prezzo di listino, a fronte di uno sconto del venditore del 5 per cento, e fino a 2500 euro con necessaria rottamazione del veicolo precedente.

Come richiederlo

Sia per gli incentivi moto che per quelli delle auto sarà la concessionaria a prendere in carico la richiesta. Il venditore, una volta che il cliente ha scelto il veicolo, accederà alla piattaforma Ecobonus del ministero dello Sviluppo Economico e prenoterà l’incentivo. Lo sconto verrà applicato sul prezzo d’acquisto.

Leggi anche: