Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Nuovi guai per Kevin Spacey: incriminato per abusi sessuali su tre uomini

Quattro i capi d’imputazione: tre presunte violenze risalirebbero al 2005, mentre una all’agosto del 2013

L’attore 62enne Kevin Spacey è incriminato di 4 capi di imputazione per aggressione sessuale contro tre uomini dalle autorità britanniche. Spacey avrebbe anche «indotto una persona a impegnarsi in attività sessuali penetranti senza consenso ad agosto 2008», riferisce Rosemary Ainslie, a capo della Special Crime Division, presso la procura della Corona, citata dal Crown Prosecution Service (Cps). Le accuse sono arrivate a seguito di una revisione delle prove raccolte nelle indagini delle autorità di Scotland Yard. Le prime due violenze sessuali risalirebbero a marzo 2005, la terza ad agosto dello stesso anno e la quarta ad agosto 2013. Diverse di queste accuse riguarderebbero il periodo in cui l’attore si trovava a capo della direzione artistica del teatro Old Vic di Londra dal 2004 al 2015.


Le accuse del passato

Non è la prima volta che l’attore americano è al centro di accuse simili, ma nel 2019, un diciottenne che lo aveva accusato di molestie sessuali aveva poi ritirato «volontariamente» la denuncia. Kevin Spacey venne già citato in giudizio nel 2017, nell’ambito dell’inchieste che travolse Harvey Weinstein dall’attore di Rent e Star Trek: Discovery, Anthony Rap, il quale dichiarò di aver subito avance sessuali quando aveva 14 anni. A questa accusa ne seguirono altre di otto membri del cast di House of Cards. A novembre 2021 uscì che Spacey avrebbe dovuto pagare un risarcimento di circa 31 milioni di dollari, alla MRC, lo studio dietro House of Cards.


Leggi anche: