Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’incendio di Stromboli nel copione della fiction sulla Protezione civile, la troupe Rai lascia l’isola

Gli isolani chiedono un risarcimento dei danni subiti, e pensano anche a una gara di solidarietà tra vip per raccogliere fondi

La scena di un incendio a Stromboli, poi andato fuori controllo con ingenti danni sull’isola, era prevista dal copione della fiction Rai Protezione Civile. Come ha rivelato la Tgr Rai della Sicilia, l’incendio avrebbe dovuto fare parte dell’11esima puntata della serie, e appare nella scena 11.51, a pagina 79 del copione scritto a novembre 2021. Nel documento di scena si legge: «interno Stromboli, villette, giorno». L’ambientazione è decisa; e subito dopo l’azione: «Marina apre gli occhi, intorpidita. Nella villetta c’è una strana luce rossastra. Il vulcano prorompe in un altro boato, che subito sveglia la ragazza di soprassalto». Potrebbero esserci ancora dei dubbi, se non fosse che la puntata si conclude con Marina che «con orrore, nota che la casa è circondata dalle fiamme». La presenza della scena – dopo che la troupe ne aveva negato l’esistenza – è stata confermata dal regista Marco Pontecorvo, che ha dichiarato che: «esisteva sulla sceneggiatura ed era prevista nella maniera in cui la stavamo approntando per quella giornata come da nostro programma».


La versione della troupe

Nel frattempo, la troupe, tra cui Marco Pontecorvo, Ambra Angiolini e il produttore Matteo Levi, ha lasciato l’isola delle Eolie dopo essere stata sentita dalla procura di Barcellona Pozzo di Gotto che sta cercando di fare chiarezza sulla dinamica degli avvenimenti. Nello specifico, Angiolini ha dichiarato che non si trovava sul set quando è scoppiato l’incendio, mentre Levi assicura che la troupe aveva ottenuto tutte le autorizzazioni necessarie.


Le richieste degli strombolani

Gli isolani ora temono l’arrivo delle piogge, che rischiano – a causa della mancanza di vegetazione divorata dal rogo – di portare a valle detriti e ceneri. Sono già partite le richieste di risarcimento e si pensa a una gara di solidarietà tra i vip che di solito frequentano Stromboli per raccogliere fondi. I danni sono stimati intorno a 50 milioni di euro, e, secondo Rosa Oliva, presidente della pro-loco Stromboli la violenza dell’incendio, che «non ha avuto pari neppure rispetto a quelli conseguenti innescati dalle eruzioni vulcaniche, ha evidenziato ancora una volta lo stato di abbandono e incuria in cui versa il territorio dell’isola», che è patrimonio Unesco.

L’incendio

Le fiamme sono divampate il 25 maggio scorso. I vigili del fuoco le hanno domate in 24 ore, ma nel frattempo il rogo aveva già divorato mezza isola. Sono stati necessari sia mezzi aerei che di terra per spegnere l’incendio, che è comunque riuscito a danneggiare vegetazione, abitazioni, i locali del Centro operativo avanzato di controllo dell’attività del cratere vulcanico e le relative attrezzature. Hanno subito danni anche i sistemi di monitoraggio frane e la stazione sciistica dell’isola. Assieme alla troupe della fiction erano presenti anche i vigili del fuoco, che hanno però affermato di non trovarsi sul luogo al momento dello scoppio dell’incendio, e smentito di aver concesso l’autorizzazione ad accendere fuochi.

Leggi anche: