Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Cingolani: «Siamo già in recessione, la guerra avrà un forte impatto sulla transizione ecologica»

Il ministro: conseguenze a lungo termine dall’Ucraina. Abbiamo bisogno di fonti energetiche verdi

L’Italia è già in una fase di recessione, la dipendenza dalla Russia è letale per l’economia e la guerra in Ucraina avrà un impatto forte sulla transizione ecologica. Lo ha detto il ministro Roberto Cingolani intervenendo al Festival dell’Economia di Torino durante un incontro con il premio Nobel Michael Spence. «Siamo già in recessione», ha detto Cingolani parlando dei rischi di un rallentamento della crescita in Italia e in Europa. «E stiamo rallentando anche sul fronte della transizione ecologica. Dobbiamo considerare gli investimenti a lungo termine della guerra in Ucraina. Ci saranno dunque conseguenze a lungo termine per questi eventi che sono successi negli ultimi mesi», aggiunge. Secondo il ministro «l’unica cosa che possiamo fare è imparare la lezione. Avremmo dovuto avere una visione più chiara, essere più intelligenti nel gestire il nostro mix energetico. È ora di cambiare e vorrei che fosse chiaro che per il futuro abbiamo bisogno di fonti energetiche verdi programmabile e questo non può essere fatto senza tecnologie, come ad esempio la cattura del carbonio, la fusione nucleare e piccoli reattori moderni. È ora di investire in ricerca sviluppo e tecnologia altrimenti raggiungeremo il 2030 assolutamente inadatti a rispondere alle sfide», conclude.


Leggi anche: