Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Nations League, l’Italia si prepara a incontrare l’Inghilterra. Tonali: «Prima della partita ci inginocchieremo»

Durante Euro 2020 gli Azzurri non avevano preso una posizione chiara. Alla fine Chiellini aveva detto: «Se lo richiede l’altra squadra lo faremo»

L’11 giugno alle 20.45 al Molineux Stadium vicino a Birmingham scenderanno in campo Italia e Inghilterra. A meno di un anno dalla finale degli Europei che ha incoronato gli Azzurri, le due squadre tornano ad affrontarsi per la Nations League, anche se come ha spiegato il ct Roberto Mancini le carte sul tavolo saranno completamente diverse: «È una partita un po’ diversa, noi avremo tanti giovani e anche loro proveranno qualcosa di nuovo per il Mondiale. Tra l’altro si gioca qui, a porte chiuse, in uno stadio in cui l’Inghilterra non gioca abitualmente». Ma questa non sarà l’unica differenza.


Una delle domane ricorrenti alle conferenze stampa di Euro 2020 era se gli Azzurri si sarebbero inginocchiati per protestare contro il razzismo. Un gesto ispirato dalle proteste di Black Lives Matter. Per la finale, la posizione del capitano azzurro Giorgio Chiellini era sembrata una sorta di mediazione: «Quando ci sarà la richiesta da parte dell’altra squadra, ci inginocchieremo, per sentimento di solidarietà e sensibilità verso l’altra squadra». E alla fine è stato così. Questa volta invece il gesto è stato deciso da subito, come spiega il centrocampista Sandro Tonali a la Repubblica: «Sì, prima della partita ci inginocchieremo».

Leggi anche: