Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’attacco personale di Medvedev a von der Leyen: «Specialista del parto, prepara gli ucraini a morire per l’Ue»

Ancora un’uscita velenosa nei confronti dell’Unione europea da parte dell’ex presidente russo e attuale vice segretario del Consiglio di Sicurezza

«Gli ucraini sono pronti a morire per la prospettiva europea, dice la presidente della Commissione Ue, che è anche una specialista del parto. A quanto pare, è a questo che li stanno preparando i gentili caretaker dell’Ue». Ancora uno sfogo avvelenato da parte dell’ex presidente russo e attuale vice segretario del Consiglio di Sicurezza Dmitry Medvedev. L’ennesima frecciatina nei confronti dell’Unione Europea, questa volta dal sapore ancora più personale: dopo il commento dai contorni razzisti sulla visita dei leader europei a Kiev di ieri 16 giugno, appellati come «mangia rane, würstel e spaghetti» (rispettivamente Macron, Scholz e Draghi), Medvedev si scaglia contro la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen, definendola «specialista del parto». Non è chiaro a cosa si riferisca: il commento potrebbe fare riferimento allo scandalo che travolse la presidente nel 2013, quando un sito internet specializzato nella ricerca di plagi scoprì che la tesi di specializzazione in ginecologia della politica tedesca, conseguita nel 1991, superava il «limite tollerabile» di citazioni. O, più semplicemente, all’esperienza materna di von der Leyen, che ha sette figli.


Il commento di Medvedev, fatto via Twitter, arriva in risposta a ciò che ha dichiarato oggi, 17 giugno, la presidente, in seguito al parere positivo della Commissione sulla richiesta di Kiev di ottenere lo status di candidato Ue. «L’Ucraina ha chiaramente dimostrato l’aspirazione e l’impegno del Paese di essere all’altezza degli standard europei», ha detto von der Leyen. «Gli ucraini sono pronti a morire per la prospettiva europea. Vogliamo che vivano con il sogno europeo», ha aggiunto.


Leggi anche: