Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Scontro al comizio tra Brunetta e un lavoratore, il ministro: «Sei dipendente? Perché c… parli?» – Il video

È diventato virale sui social lo scontro tra il ministro della PA e un lavoratore che lo contestava durante un comizio in cui Brunetta ricordava un insegnamento di suo padre: «Mai sotto padrone»

Durante un comizio elettorale lo scorso 10 giugno per le Comunali a Mira, in Veneto, il ministro per la Pubblica amministrazione Renato Brunetta ha avuto un duro botta e risposta con uno dei pochi presenti che lo stava ad ascoltare. «Cosa mi chiedi?», ha incalzato il ministro al microfono. «Ah ma sei un dipendente. E cosa chiede il tuo datore di lavoro?». «Prova a chiedere a lui», risponde il cittadino. E Brunetta ha replicato: «Perché ca..o parli allora?». Poi il tono si alza ancora. Per quattro volte il ministro quindi ripete: «Perché non ti metti in proprio?». Alla richiesta del lavoratore di replicare, Brunetta tronca il discorso: «No, non parli. Il microfono ce l’ho io e quindi comando io. Continua a fare il tappezziere, dipendente». Il discorso di Brunetta va avanti con una sua spiegazione di quel che è avvenuto: «Vedete il mondo è bello anche per questo perché io, figlio di venditore ambulante, mio padre di diceva sempre “mai sotto padrone”. E io questa cosa l’ho continuata nella mia vita, ho avuto solo un datore di lavoro, lo Stato».


Leggi anche: