Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Alexandria Ocasio Cortez sfida la Corte Suprema: «Ecco come accedere all’aborto in un mondo post Roe»

Dai suoi profili social la deputata democratica ha diffuso informazioni utili per avviare un’interruzione di gravidanza. «La libertà di scegliere è diritto inalienabile»

«La libertà di scelta è un diritto inalienabile, ecco come accedere all’aborto in un mondo post Roe». Così la deputata democratica americana Alexandria Ocasio-Cortez scrive dal suo profilo Twitter e Instagram fornendo a chiunque abbia bisogno le informazioni necessarie per praticare sesso sicuro e avere accesso a un’interruzione di gravidanza. «L’autonomia del tuo corpo ti appartiene», ribadisce Cortez dopo che lo scorso 24 giugno la Corte Suprema degli Stati Uniti ha ufficialmente abolito la sentenza Roe v. Wade che nel 1973 aveva reso legale l’aborto a livello federale. Ora saranno i singoli Stati a decidere sul tema.


«Quando avevo circa 22 o 23 anni sono stata violentata mentre vivevo a New York City», ha raccontato la deputata poche ore fa, «ho fatto un test di gravidanza in un bagno pubblico nel centro di Manhattan. Quando mi sono seduta lì ad aspettare quale sarebbe stato il risultato, tutto ciò che pensavo era grazie a Dio che ho almeno una scelta». Nel mondo americano «post Roe», come lo chiama Cortez, la scelta di cui parla la deputata non sarà più così scontata. Per questo le stories Instagram riportate anche su Twitter puntano a divulgare ancora di più e meglio le strade attualmente possibili per accedere a un’interruzione di gravidanza.


Oltre ai link e ai riferimenti utili, Ocasio Cortez parla dei movimenti pro vita americani, sottolineando «la lunga storia di violenza e intimidazione alla base». La deputata parla di omicidi, assalti, operazioni di stalking, «cresciuti solo nel 2021 del 128%». E aggiunge: «I Repubblicani impazziranno quando vedranno la condivisione di queste informazioni».

Continua a leggere su Open

Leggi anche: