Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il Torino batte un colpo: è fatta per Lazaro dell’Inter

Il club granata batte un colpo, dopo le richieste dell’allenatore Juric di avere rinforzi sul mercato. E’ fatta per il terzino austriaco

Il Torino risponde subito dopo il polverone di mercoledì sera dato dal litigio pubblico tra il ds Vagnati e mister Juric durante il ritiro del club granata. Tra accuse di immobilismo nel calciomercato e toni eccessivamente accesi, spenti subito sia dal presidente Cairo che dagli stessi protagonisti, i dissidi sembrano essere già alle spalle con il Torino che piazza un colpo. E’ fatta per Valentino Lazaro, terzino austriaco di proprietà dell’Inter. Il calciatore arriva in prestito con diritto di riscatto e sarà a disposizione di Juric nel ritiro in Austria già nelle prossime ore.


Poco spazio in nerazzurro

Ivan Juric (TORINO)
Ansa | L’allenatore del Torino Ivan Juric immortalato allo Stadio Grande Torino

Sembrava dovesse essere un grande acquisto quello di Valentino Lazaro, quando l’Inter nel 2019 lo strappa alla concorrenza europea versando nelle casse dell’Hertha Berlino ben 22 milioni di euro più bonus. In sei mesi in nerazzurro non riesce a convincere Antonio Conte, trovando sempre meno spazio nella squadra. A gennaio 2020 decide di andare via in prestito, direzione Newcastle. La chance in Premier League risulta anche positiva ma non così tanto da convincere i Magpies a riscattarlo. Rientrato all’Inter nell’estate del 2020 viene ceduto nuovamente in prestito al Borussia Mönchengladbach, tornando in Bundesliga dove ben aveva fatto due anni prima. Anche nel Basso Reno però non convince e ritornato ancora una volta in nerazzurro, riparte alla volta di Lisbona. Con il Benfica non funziona e per la terza estate consecutiva ritorna ad Appiano Gentile dove però non rientra nei piani di Simone Inzaghi. Adesso l’Italia, con il Torino di Juric pronto a dargli l’opportunità di dimostrare quanto messo in mostra ogni volta con la Nazionale e mai ripetuto con i club negli ultimi tre anni.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: