Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Usa, oltre due ore di colloquio telefonico tra Biden e Xi Jinping: tensioni per la visita di Pelosi a Taiwan

Il confronto arriva in un momento delicato nei rapporti tra i due Paesi, complicato dalle diverse relazioni che intercorrono con l’Isola

ll presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il presidente cinese Xi Jinping hanno avuto un colloquio di oltre due ore in videochiamata. A renderlo noto è la Casa Bianca. Secondo il network statale cinese Cctv, i due hanno avuto «comunicazioni e scambi approfonditi sulle relazioni sino-americane e su questioni di reciproco interesse». Il confronto, che si è svolto tra le 8.33 e le 10.50 Edt (14.33-16.50 ora italiana), arriva in un momento delicato nei rapporti tra i due Paesi. L’ultima occasione di scontro è stata la possibile visita della presidente della Camera statunitense Nancy Pelosi a Taiwan. L’isola riceve un supporto militare dagli Stati Uniti per difendersi in virtù del Taiwan Relations Act, ma la Cina la considera parte del suo territorio e, con il crescere delle tensioni tra Pechino e Taipei, sono aumentate anche quelle tra la Cina e gli Usa.


Pelosi sarebbe la più alta funzionaria degli Stati Uniti a recarsi a Taiwan dal 1997, quando ci andò il repubblicano Newt Gingrich, allora presidente della Camera. In questo contesto, Pechino ha affermato che considererebbe un viaggio del genere una «provocazione». Quella di Pelosi a Taipei sarebbe solo una tappa di un viaggio più ampio in Asia, ma se ci andrà «l’esercito cinese non resterà inattivo», ha assicurato il colonnello Tan Kefei al China Daily, e «adotterà misure forti per contrastare qualsiasi interferenza esterna e tentativi separatisti di indipendenza di Taiwan». La minaccia di un attacco cinese contro Taiwan si è fatta sempre più concreta con lo scoppiare della guerra in Ucraina, e i funzionari statunitensi stanno prendendo con maggiore serietà le intenzioni belliche di Pechino.


Leggi anche: