Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Lecce, colpo dal Barcellona: vicino l’arrivo di Umtiti

Il club salentino è ad un passo dall’arrivo del difensore blaugrana, Campione del Mondo nel 2018 con la Francia

Boom. A meno di due settimane dalla fine del calciomercato, il Lecce sta per piazzare un grande colpo per una neopromossa. Il club salentino è molto vicino a Samuel Umtiti, difensore centrale del Barcellona. Il calciatore francese, che ha un contratto con i blaugrana fino al 2026, arriverà in prestito. Un blitz firmato dal ds Pantaleo Corvino che è riuscito a convincere Umtiti ad accettare l’avventura italiana, dopo tanti rumors nel passato che lo avevano accostato alla Serie A.


Una bacheca da grandissimo

ANSA | Il difensore del Barcellona Samuel Umtiti

Colpo molto importante per la squadra di Baroni che potrà contare su un giocatore dal profilo internazionale per la difesa. Umtiti è arrivato al Barcellona nell’estate 2016 dopo l’esperienza al Lione, collezionando 133 presenze con i catalani. L’ultima stagione però è stata deludente, con il francese completamente fuori dal progetto di Xavi che gli ha permesso di scendere in campo una sola volta. Ma la bacheca è da grandissimo, sia con la Nazionale che con il club. Umtiti infatti ha conquistato 10 trofei in carriera: un Mondiale nel 2018 con la Francia, 2 campionati spagnoli, 3 Coppe di Spagna, 2 Supercoppe spagnole, una Coppa di Francia, una Supercoppa di Francia e un Mondiale Under 20 nel 2013. Ora la prima avventura in Serie A, per provare a salvare il neo promosso Lecce.


Le cifre dell’operazione

Umtiti si trasferirà in Salento con la formula del prestito secco. L’ingaggio da 20 milioni lordi percepito dal giocatore verrà pagato interamente dal Barcellona, che incasserà alcuni bonus in base alle presenze. Il giocatore potrebbe sbarcare in Italia già nella giornata di lunedì 22 agosto per svolgere le visite mediche e firmare il contratto che lo legherà ai giallorossi. Alla base della scelta di Umtiti di trasferirsi in Serie A c’è una motivazione professionale: a fine carriera infatti vorrebbe diventare allenatore ed è molto interessato a conoscere la tattica del calcio italiano. Insieme al giocatore in Italia arriverà anche un preparatore atletico che lo seguirà durante tutta la stagione, facendo particolare attenzione alla muscolatura vicina al ginocchio che in passato ha dato parecchio filo da torcere al francese.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: