Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Le foto delle missioni Apollo come non le abbiamo mai viste: gli scatti della Nasa messi a nuovo

Il fotografo Andy Saunders li ha rielaborati «per il 21esimo secolo» come ha spiegato al Guardian, che ha diffuso le immagini

Le foto delle missioni Apollo più nitide e luminose che mai. I negativi, che costituiscono una indelebile testimonianza di del «grande passo per l’umanità» compiuto con le missioni Apollo, vengono conservati dalla Nasa in un freezer al Johnson Space Center di Houston. Il fotografo Andy Saunders li ha rielaborati «per il 21esimo secolo» come ha spiegato al Guardian, che ha diffuso per primo le foto, e ne ha fatto un libro, in uscita a settembre: Apollo remastered. Proprio perché i negativi originali sono tanto importanti, è molto raro che questi lascino la temperatura controllata del freezer di Houston. Ciò significa che le foto delle missioni Apollo e Gemini diffuse fino ad ora sono sempre state copie (di copie) degli originali degli anni Sessanta e Settanta. Il continuo copiare e rielaborare le foto senza mai ritornare agli originali ha causato una progressiva diminuzione della qualità che diventa particolarmente evidente di fronte alla brillantezza delle rimasterizzazioni. Di seguito si possono vedere le prime foto rimasterizzate che sono state diffuse.


Nasa/JSC/ASU/Andy Saunders | Apollo 9, 7 marzo 1969. L’astronauta James McDivitt ormeggia il modulo lunare. «Un compito quasi impossibile» come lo ha definito il compagno di missione Russel Schweickart, che scattò la foto. – L’immagine è la copertina del libro.
Nasa/JSC/ASU/Andy Saunders | Apollo 11, 21 luglio 1969 – Neil Armstrong fotografato dal compagno di missione Buzz Aldrin pochi minuti prima della loro storica passeggiata lunare.
Nasa/Andy Saunders (digital source Stephen Slater) | Apollo 13, 15 aprile 1970 – Fred Haise cerca di dormire nel freddo modulo lunare
Nasa/JSC/ASU/Andy Saunders | Gemini XII, 11-15 novembre 1966 – Buzz Aldrin scatta il primo selfie spaziale
Nasa/JSC/ASU/Andy Saunders | Apollo 8, 24 dicembre 1968 – Earthrise, il sorgere della Terra, scattata da William Anders durante la prima missione con equipaggio per «girare intorno alla luna e tornare indietro», come aveva definito la Nasa
Nasa/JSC/ASU/Andy Saunders | Apollo 9, 6 marzo 1969 – David Scott fotografa il suo riflesso sulla visiera di Russell Schweickart
Nasa/JSC/ASU/Andy Saunders | Gemini IV, 3-7 giugno 1965 – La prima foto scattata da un essere umano all’altro nello Spazio. Ed White lascia la navicella spaziale immortalato da James McDivitt
Nasa/JSC/ASU/Andy Saunders | Apollo 16, 23 aprile 1972 – La foto di famiglia di Charles Duke lasciata sulla sabbia lunare
Nasa/JSC/ASU/Andy Saunders | Apollo 17, 13 dicembre 1972 – Harrison Schmitt osserva un cratere immortalato da Eugene Cernan
Nasa/JSC/ASU/Andy Saunders | Apollo 16, 23 aprile 1972 – John Young raccoglie polvere lunare immortalato da Charles Duke
Nasa/JSC/ASU/Andy Saunders | Apollo 15, 2 agosto 1971 – Una delle foto più note delle missioni apollo: James Irwin saluta la bandiera statunitense immortalato da David Scott

Continua a leggere su Open


Leggi anche: